News - Petzl Organizzare bene il materiale sulla propria imbragatura per una via multi-pitch - Petzl Italia
Cerca
Community News Organizzare bene il materiale sulla propria imbragatura per una via multi-pitch

Organizzare bene il materiale sulla propria imbragatura per una via multi-pitch

Quando si affronta una via di più tiri, la quantità di materiale necessaria per la salita è necessariamente maggiore rispetto a quello per una via di una sola lunghezza. Occupa spazio e occorrerà organizzarlo bene sistemandolo sull'imbragatura, per poterlo trovare con facilità mentre si scala. Evitando di sprecare tempo ed energie nel cercare la tua attrezzatura, potrai concentrare tutta la tua attenzione solo sull'arrampicata!

29 Giugno 2021

Arrampicata vie lunghe

Hayden Jamieson e Heather Weidner al termine della via "Pillar of Wisdom", 5.10, Wadi Rum, Giordania

Per essere sicuro di metterti nelle condizioni migliori per poter scalare su vie di più tiri, devi partire da un punto fondamentale: disporre di un'imbracatura che ti permetta di "eseguire bene il tuo lavoro"! Quest'ultima dovrà rispondere a due prerequisiti importanti:

1- garantirti un buon comfort in sospensione, perché durante la salita rischierai di dover rimanere appeso per diverse ore alle soste,
2- disporre del massimo numero di porta materiali (almeno quattro), per poter avere con te tutto il materiale indispensabile per una via di più tiri.

Quale materiale?

Visto che stiamo affrontando la questione del materiale necessario per le vie di più tiri, può essere utile stilare una checklist, anche se in maniera non esaustiva:

Per ciascuno dei componenti della cordata:

un casco, preferibilmente con una buona aerazione,
un'imbragatura,
un dispositivo per l'assicurazione che permetta di fare sicurezza e di scendere in corda doppia,
un dispositivo autobloccante,
dei moschettoni con ghiera di bloccaggio per il dispositivo di autoassicurazione, per il dispositivo autobloccante, per l'allestimento delle soste e per altri usi,
un cordino doppio tipo DUAL CONNECT ADJUST.

Per la cordata:

una corda dinamica,
rinvii di diversa lunghezza,
anelli di fettuccia cuciti di lunghezza diversa,
eventualmente un gioco di blocchetti da incastro a seconda dell'attrezzatura presente sulla via prescelta (o della mancanza di attrezzatura sul posto!),
eventualmente un martello e una serie di chiodi di diverso tipo per le vie che si sviluppano su pareti non attrezzate.

Lise Billon in Verdon

L'organizzazione sull'imbragatura

Organizzare bene il materiale significa disporlo sull'imbragatura in modo che tu non abbia bisogno di cercarlo. Ognuno ha le sue piccole abitudini, ma in generale nei porta materiali si mette prima di tutto ciò di cui si ha più bisogno: i rinvii. Bisognerà anche sistemarli con cura: i più corti sul davanti del porta materiali, i più lunghi dietro, e soprattutto tutti i rinvii devono essere montati allo stesso modo (aperture a scatto dallo stesso lato).

Sui porta materiali posteriori occorre sistemare da un lato il dispositivo di assicurazione, il dispositivo autobloccante, il moschettone con la ghiera di bloccaggio e i moschettoni del cordino; dall'altro si possono mettere i dadi da incastro e gli anelli di fettuccia cuciti ben piegati. Se si sale una via in cui si sa che si dovranno utilizzare molti anelli cuciti, l'accortezza di sistemarli singolarmente su un moschettone permette di maneggiarli più in fretta e fa risparmiare tempo prezioso.

Se lo zaino scelto non consente di riporvi le due paia di calzature da avvicinamento della cordata, oltre a tutto il resto (vestiti, borraccia, busta del pronto soccorso...), si può utilizzare il quinto porta materiale nella parte posteriore dell'imbracatura per appenderli. Se non si dispone del quinto porta materiale, si può sistemate una calzatura nella parte posteriore di ciascuno dei porta materiali posteriori, in modo da garantirsi un facile accesso alla borsa della magnesite.

Qualche ulteriore trucco...

Se i porta materiali sono troppo pieni, gli anelli di fettuccia cuciti possono venire indossati facilmente a bandoliera sul petto. Evitate però di incrociarli, per garantirvi una buona accessibilità a ognuno di essi.

Avere con sé un tracciato della via che si vuole salire è spesso essenziale. Stamparlo su un foglio che si può piegare e infilare in una piccola tasca di plastica agganciata all'imbracatura è una soluzione pratica e salvaspazio.

Ecco, ora siete pronti per affrontare le vie multi-pitch dei vostri sogni. Tutto quello che dovete fare è individuare una finestra di bel tempo e il compagno di cordata ideale che vi accompagnerà...

 

 

News associate