News - Petzl Chris Sharma: da arrampicatore a progettista di palestre di arrampicata indoor - Petzl Italia
Cerca
Community News Chris Sharma: da arrampicatore a progettista di palestre di arrampicata indoor

Chris Sharma: da arrampicatore a progettista di palestre di arrampicata indoor

Per più di 25 anni Chris Sharma è stato uno degli scalatori di maggior successo nell’arrampicata sportiva, sia sui blocchi sia in falesia. Oltre alla sua eccezionale carriera sportiva, oggi Chris è diventato un affermato uomo d’affari che ha creato le proprie palestre di arrampicata in Spagna, il suo paese di adozione. La prima è stato inaugurata nel 2015 a Barcellona, e la seconda è in fase di completamento a Madrid. Poche settimane prima dell’apertura di quest’ultima, abbiamo avuto la grande opportunità di discutere con lui di questa sua riuscita riconversione.

29 Ottobre 2020

Arrampicata

Raccontaci in poche parole il tuo percorso di vita.

Sono nato e cresciuto a Santa Cruz, in California, una città concentrata sul surf ma con pochissime possibilità per l’arrampicata. Grazie alla palestra indoor locale, la Pacific Edge Rock, ho scoperto il fantastico mondo dell’arrampicata. Il resto… be’, credo che ormai faccia parte della storia. Se mi fermo a riflettere, trovo che la cosa interessante è che ho fatto parte della prima generazione di giovani che ha iniziato ad arrampicare nelle palestre indoor, piuttosto che sulle falesie come di solito avveniva a quel tempo.

In che modo la creazione delle palestre di arrampicata indoor si è imposta come una tappa logica nella tua carriera di arrampicatore professionista?

Considerando che, nel corso degli anni, l’arrampicata si è sviluppata attraverso la scalata indoor, e che io ho sempre avuto un legame con questa attività per la mia storia personale, mi sembra che sia stato un passaggio scontato. Sarò eternamente grato per tutto ciò che le palestre di arrampicata mi hanno dato quando ho iniziato ad arrampicare e durante il mio percorso evolutivo, e oggi sono molto orgoglioso di poter facilitare l’accesso all’arrampicata ad altre persone.


Cosa ti piace della gestione delle palestre di arrampicata?

È pazzesco vedere come, intorno alle nostre sedi, si sia sviluppata una community. Abbiamo investito molto nella creazione di queste palestre ed è incredibile vederle apprezzate da migliaia di persone. Certo, per me sono importanti, ma ciò che mi emoziona davvero è vedere quanto la Sharma Climbing sia presente nella vita di questa comunità, molto più grande di noi. Oltre a creare fantastiche strutture su cui gli utenti possono arrampicare, costruire un luogo in cui possa fiorire una community è una sensazione davvero unica.

Sei tu che tracci le vie e/o i boulder nelle tue palestre?

Abbiamo una grande squadra di apritori, ma mi piace anche preparare i boulder assieme loro.

E alleni anche i giovani climber?

Non ho mai avuto un approccio iper-organizzato nei confronti dell’arrampicata, quindi non posso dire esattamente che alleno degli altri climber. Per me, arrampicare significa esplorare i propri limiti, e il modo migliore per farlo è arrampicare con altre persone che ti stimolano. Il mio metodo è quindi salire al fianco di tutti e, attraverso questo, condividerne l’attività e motivarli.

Come sta andando il progetto della tua nuova palestra a Madrid?

Siamo molto felici di poter presto aprire questa nuova palestra a Madrid. Per noi rappresenta un grande passo in avanti. È circa quattro volte più grande della palestra di Barcellona ed è una struttura che offrirà una gamma completa di vie su muri di arrampicata piuttosto alti, ma anche delle tonnellate di blocchi e delle incredibili aree fitness. Ci siamo impegnati molto per creare uno spazio più straordinario possibile. Non vediamo l’ora di spalancare le porte della nuova struttura e di vedere la reazione delle persone. Penso che rimarranno davvero senza parole!


 

Hai intenzione di aprire sale di arrampicata da altre parti o lanciare un concetto globale?

Una cosa alla volta. Al momento sono molto impegnato con tutti i miei progetti in corso, con la mia famiglia e sto ancora cercando di arrampicare livelli alti.

Certo, e arrampichi ancora molto?

Sì! Sono ancora molto motivato. L’arrampicata costituisce davvero un punto fermo nella mia vita. Continuo ad arrampicare circa quattro giorni la settimana. Di solito, due giorni sulla roccia e due in palestra!

 


 

Per andare oltre

Condividiamo la nostra passione, troviamoci su Instagram!

 @Petzl_official

News associate