News - Petzl Welcome to Lyon - This is #PetzlNightRunning - Petzl Italia
Cerca
Community News Welcome to Lyon - This is #PetzlNightRunning

Welcome to Lyon - This is #PetzlNightRunning

Di notte, per voi e per noi, si apre un altro mondo. Oltre al movimento in sé, la corsa notturna costituisce un'esperienza particolare che permette di scoprire nuove atmosfere e di vedere la città sotto un profilo diverso. Yoann Stuck, che ha cambiato stile di vita e dal 2010 si è profondamente appassionato al running, conosce bene queste particolarità. E ha deciso di condividere con noi ciò che vive durante le corse notturne corse nella sua città, Lione. Non vorreste provare anche voi la stessa esperienza?

1 Ottobre 2018

Gara notturna

Yoann Stuck

Petzl : Yoann, perché corri ?

Yoann : Ho iniziato a correre nel 2010, per cambiare il mio stile di vita. Ho smesso di fumare, ho smesso di mangiare pizza ogni giorno e di bere in maniera smodata. All’epoca pesavo 90 chili (oggi sono a 70). La corsa era uno sport accessibile, veloce e semplice. È stato difficile, ma poi ho finito per prenderci gusto. Poco per volta sono riuscito a fare diverse uscite ogni settimana. Correndo, ho la sensazione di evadere. E oggi mi sento come… ripulito.

 

Petzl : Cos’è che, di notte, rende diversa la tua città ?

Yoann : Le vie e le strade appaiono del tutto diverse. A volte hai davvero l’impressione di trovarti in un altro posto. E, abitando a Lione, la cosa è ancora più straordinaria. La “Ville lumière” offre punti di vista incredibili, come la parte superiore della Fourvière: l'architettura tipica della città appare completamente cambiata dalla presenza di migliaia di luci. Le superfici, i profili sono diversi.

 

Petzl : Come condividi ciò che vivi durante le tue corse notturne ?

Yoann : Da una parte gioco con le ombre e, dall’altra, con i giochi di luce. Organizzo spesso delle corse con altre persone, e curo che sullo sfondo ci siano dei punti luminosi per valorizzare l’atmosfera che regalano le luci nella penombra. Penso che sia il modo migliore per condividere le corse con gli altri. Ed ecco che allora tutto diventa variegato, e le relazioni con le altre persone risultano più facili.

 

Di notte, a poco a poco la città comincia a tacere. A Lione è davvero eccezionale ritrovarsi a pensare che solo pochi istanti prima la confusione regnava sovrana ovunque.

Di notte, gli edifici e le loro architetture rivelano altre forme, la luce le fa apparire in modo differente. Qui, il Musée des confluences mostra un altro aspetto.

Regalarsi un’uscita con le persone che ti sono vicine è un buon modo per condividere la tua passione.

Le scalinate… Cerco di trovarne di nuove a ogni uscita: mi piace sottopormi a uno sforzo del tutto diverso da quello di una classica salita. Di notte, la lampada frontale è d’obbligo, soprattutto nei tratti in discesa.

I concatenamenti tra gradini, passerelle e strade costituiscono grossomodo i miei percorsi di running. Ed evito i percorsi piatti, per non lasciarmi cogliere dalla monotonia.

Le parole chiave di Yoann per l’urban running notturno :

 

News associate