News - Petzl Cosa c'è nello zaino di Margo Hayes? - Petzl Italia
Cerca
Community News Cosa c'è nello zaino di Margo Hayes?

Cosa c'è nello zaino di Margo Hayes?

All'inizio del 2017, Margo Hayes ha concatenato La Rambla (9a +): è stata la prima donna, nella storia dell'arrampicata, a raggiungere un livello di difficoltà così elevato. Entrata a far parte del team Petzl nel 2016, questa climber di alto livello ha una predilezione per l'arrampicata sportiva in falesia. Nell'articolo che segue, Margo ci svela i materiali che infila nello zaino per una classica uscita su monotori.

20 Marzo 2019

Arrampicata

  1. Uno zaino North Face. Per una giornata di arrampicata sportiva, se la falesia richiede un po' di avvicinamento, prendo sempre il mio zaino North Face. Ha un volume medio ma, pur essendo leggero, offre una grande capacità di carico. La sua cintura mi stringe a sufficienza il bacino ed evita che le mie spalle vengano gravate con un peso eccessivo Le tasche supplementari dello zaino mi consentono di distribuire bene tutta l'attrezzatura e i viveri.
     
  2. Corda ARIAL da 9.5mm. L'ARIAL è la mia corda preferita. In generale prendo una corda di 80 metri, a meno che il sito non offra vie particolarmente lunghe. Adoro questa corda per la sua flessibilità, e perché il suo diametro la rende facile da maneggiare. In generale, preferisco corde di buon diametro, perché risultano molto resistenti e durano di più, e occorre molto tempo prima di doverne tagliare le estremità. Un diametro di 9.5 mm offre una buona presa per le mani quando è necessario moschettonare e fa sì che la corda scorra bene nel GRIGRI. All'estremità della mia ARIAL faccio sempre un nodo, e annoto la data e la lunghezza rimossa ogni volta che taglio la corda.
     
  3. Imbracatura SITTA. Uso la mia imbracatura SITTA praticamente a ogni uscita. È molto comoda e leggera.
     
  4. Un piumino North Face. Qualunque sia il luogo in cui mi reco, mi porto sempre un piumino. Sono freddolosa e in falesia arrampico spesso fino all'arrivo dell'oscurità. Per me è importante rimanere al caldo tra una via e l'altra. Indossare il piumino fa sì che le mie estremità, come pure le punte delle dita, non si raffreddino. Inoltre, non si può mai sapere se si passerà più tempo del previsto al freddo o se le condizioni meteorologiche saranno davvero quelle annunciate dalle previsioni. È meglio anticipare gli imprevisti.
     
  5. Una trave d'arrampicata. Mi piace portarmi la mio trave, fabbricata su misura, in falesia. Mi permette di scaldarmi più facilmente e di evitare infortuni. La utilizzo per fare trazioni e per attivare le dita. La uso prima di iniziare una sessione di arrampicata e nel caso in cui la pausa tra due vie si riveli lunga.
     
  6. Un casco METEOR. In falesia mi porto sempre il casco. E presto particolare attenzione alle cenge o nel caso in cui la roccia non sia perfetta. Il METEOR è leggero ed è uno dei pochi modelli di casco di cui ci si dimentica del tutto, quando si è impegnati su una via di arrampicata.
     
  7. Un GRIGRI. Il GRIGRI è il dispositivo di assicurazione che preferisco, ed è pressoché l'unico che utilizzo. Sebbene io sia sempre molto prudente e attenta quando assicuro qualcuno, è rassicurante poter disporre di un sistema di frenata assistita. Mi fido molto anche del modo con cui il GRIGRI dà e lascia scorrere la corda. E se so che chi mi assicura utilizza un GRIGRI, mi sento più tranquilla.
     
  8. Rinvii SPIRIT. Il 95% delle volte arrampico utilizzando dei rinvii SPIRIT. Sono leggeri, robusti e ne apprezzo molto la presa per la mano al momento di moschettonare la corda. Rispetto ad altri rinvii, gli SPIRIT sono molto più confortevoli da tenere quando ci si deve tirare su, durante un tentativo su una via in progetto. Gli SPIRIT hanno una larghezza perfetta. Poi mi porto anche una fettuccia e uno o due moschettoni di sicurezza per scendere da una via, nel caso in cui non riuscissi ad arrivare al suo termine.
     
  9. Posate. Mi porto sempre delle posate, perché mi piace sgranocchiare qualcosa. Poiché in falesia di solito ho l'abitudine di mangiare lungo il corso dell'intera giornata, metto una forchetta, un coltello, un cucchiaio e delle bacchette in una piccola scatola che tengo sempre nello zaino. D'altra parte bisogna alimentarsi il giusto, perché il cibo è il nostro carburante !
     
  10. Una barretta di avena Bobo. Le barrette di avena Bobo sono uno dei miei snack preferiti quando arrampico in falesia. Contengono degli zuccheri a lento rilascio, necessari per una lunga giornata, oltre che degli zuccheri che l'organismo può utilizzare più velocemente e che mantengono il mio livello di energia. Queste barrette mi forniscono ciò di cui ho bisogno in termini di energia e sono anche deliziose !
     
  11. Occhiali per l'assicurazione CU. Mi piacciono questi occhiali, anche perché mi evitano i dolori al collo quando assicuro qualcuno.
     
  12. Una lampada frontale TIKKA. Adoro la mia frontale TIKKA per la durata della sua autonomia e per i diversi livelli di illuminazione, a seconda della luminosità del sito. È molto utile di notte, quando devo percorrere velocemente un sentiero per tornare alla mia auto.
     
  13. Un kit per la cura per le dita. Ho sempre questo piccolo kit rosa nel mio zaino. Contiene un tagliaunghie, una benda strappal, una crema idratante per le mani, uno stick per le labbra e altre piccole cose di cui potrei aver bisogno durante un'uscita di arrampicata.
     
  14. Una bottiglia isotermica SWELL. Praticamente in ogni mia uscita, mi porto una bottiglia SWELL. È ben isolata e mantiene caldo il tè per tutto il giorno. E se la temperatura è troppo elevata per bere del tè, la SWELL è anche in grado di tenere fresca l'acqua. E poi mi piacciono il colore della bottiglia e la sua durabilità. 
     
  15. Una pallina e una fascia di riscaldamento. Per scaldarmi le dita, prima di iniziare a scalare o prima di lavorare sulla mia trave d'arrampicata, utilizzo una pallina terapeutica. È importante dedicarvisi per almeno 10 minuti, per attivare la circolazione sanguigna nelle spalle. E poi uso una banda elastica rossa per fare degli allungamenti con le spalle e riscaldare la cuffia dei rotatori. È sempre importante riservarsi il tempo necessario a eseguire questi esercizi, per evitare il più possibile di incorrere in qualche infortunio.
     
  16. Scarpette Solution di La Sportiva. Quando arrampico in falesia, calzo sempre le Solution. Si adattano perfettamente ai miei piedi, tengono bene il tallone e sono molto efficienti nella presa sui bordi.
     
  17. Un sacchetto SAKAPOCHE per la magnesite. Per la magnesite, uso il sacchetto SAKAPOCHE. Le sue dimensioni vanno benissimo ed è molto leggero. Uso anche un portaspazzole – molto utile – per la mia spazzola Faza.
     
  18. Magnesite Friction Labs. Nel mio zaino metto anche della magnesite Friction Labs. La porto sempre, anche nell'eventualità che i miei amici ne abbiano bisogno. Rispetto ad altre marche di magnesite, apprezzo molto la consistenza della Friction Labs sulla pelle. Ho anche l'impressione che rimanga più a lungo nelle mani.
     

News associate