Forze in gioco al momento di una caduta - Petzl Italia
Cerca

Forze in gioco al momento di una caduta

Nel caso di una caduta in arrampicata, i valori delle forze in gioco che si possono trovare in letteratura o su internet sono prevalentemente provenienti da prove e modelli digitali che si basano sul modello normativo (masse rigide, cadute su punto fisso…). I valori comunicati sono quindi elevati poiché si basano su test severi. Per determinare le forze realmente riscontrate sul campo, abbiamo realizzato una serie di cadute con arrampicatori in tre configurazioni, corrispondenti a fattori di caduta sempre più elevati.

Avviso Titolo

  • Leggi attentamente la scheda tecnica prima di guardare le seguenti tecniche
  • Per capire queste informazioni supplementari, è necessario aver letto il manuale tecnico
  • Padroneggiare queste tecniche richiede una formazione specifica.
  • Prima di riprodurle in autonomia, verificate con un professionista la vostra capacità di eseguire queste tecniche in modo sicuro.

I risultati presentati sono validi per le sole configurazioni testate e non possono essere generalizzati a tutte le situazioni. Consentono tuttavia di valutare cadute con persone reali. Per garantire la ripetibilità del nostro protocollo, ogni test è stato ripetuto almeno tre volte.

Osservazioni

Nonostante la nostra volontà di rigore nel protocollo, l'incertezza di misurazione legata a questi risultati rimane significativa. Può essere stimarla a + o - 0,3 kN. Le forze presentate sono quindi il risultato della media delle varie ripetizioni e sono arrotondate a 0,5 kN.

Abbiamo scelto di concentrarci sulle forze su arrampicatore, assicuratore e ultimo punto moschettonato. Tuttavia, il solo valore della forza non permette di determinare una caduta. Altri parametri entrano in gioco per quantificare la gravità di una caduta, in particolare il tempo di sforzo, la direzione della sollecitazione. Questi vari parametri non sono esaminati ora e saranno oggetto di un'ulteriore pubblicazione.


Fattore 0.3

Questa prima serie corrisponde ad una configurazione comune in arrampicata.

Schema di test per F = 0,3

Condizioni di prova

  • Arrampicatore: 80 kg
  • Assicuratore: 80 kg
  • Lunghezza di corda: 6,9 m
  • Altezza di caduta: 2 m
  • Corda: VOLTA 9,2 mm
  • Dispositivo di assicurazione: GRIGRI 2

Per garantire una certa ripetibilità, l'arrampicatore cade sempre dalla stessa posizione e l'assicuratore è neutro (la caduta non è resa dinamica).

Per questa prova, abbiamo scelto di non moschettonare il primo rinvio, per non bloccare lo spostamento dell'assicuratore.

Risultati

Arrampicatore

Forza di arresto ≈ 2.5 kN

La caduta è percepita dall'arrampicatore come ben ammortizzata.

Possiamo notare uno spostamento significativo dell'arrampicatore, nonostante la ridotta altezza di caduta.

Assicuratore

Forza di arresto ≈ 1.5 kN

L'assicuratore può arrestare facilmente la caduta.

Ancoraggio

Forza di arresto ≈ 4 kN

Nota

Nonostante l'altezza di caduta ridotta, l'arrampicatore non finisce lontano dal suolo. Questo notevole spostamento si spiega per due motivi:

- poiché il tracciato della via è rettilineo, c'è poco sfregamento nei rinvii,

- poiché il primo rinvio non è moschettonato, lo spostamento dell'assicuratore non è limitato.

Questa situazione è classica in palestra dove il rischio principale è la caduta al suolo.

Consiglio

Il moschettonaggio sistematico del primo rinvio permette di ridurre il rischio di caduta al suolo, limitando lo spostamento dell'assicuratore.


Fattore 0.7

Questa seconda configurazione corrisponde ad una caduta su via lunga all'inizio del tiro.

Schema di test per F = 0,67

Condizioni di prova

  • Arrampicatore: 80 kg
  • Assicuratore: 80 kg
  • Lunghezza di corda: 3 m
  • Altezza di caduta: 2 m
  • Corda: VOLTA 9,2 mm
  • Dispositivo di assicurazione: GRIGRI 2

L’assicuratore è assicurato alla sosta con una longe da 80 cm. Questa lunghezza è scelta in base alla sistemazione della sosta: poiché l'assicuratore è posizionato sotto una cresta, la longe da 80 cm consente di limitare lo spostamento dell'assicuratore.

La sosta non ha alcuna libertà di movimento, è equivalente a un punto fisso. Abbiamo fatto questa scelta per aumentare la ripetibilità delle prove. Una sosta più classica darà maggiore libertà di movimento all'assicuratore e darà quindi sollecitazioni meno elevate. Al contrario, l'ultimo punto moschettonato ha una notevole liberà di movimento; con un ancoraggio meno lungo, le sollecitazioni sarebbero maggiori.

Risultati

Arrampicatore

Forza di arresto ≈ 3 kN

La caduta è impressionante per l'arrampicatore, ma non è dolorosa.

Assicuratore

Forza di arresto ≈ 2 kN

La sollecitazione non è molto elevata, ma l'assicuratore è bloccato bruscamente sulla sosta. L’arresto della caduta può essere delicato se l'assicuratore non è attento.

Ancoraggio

Forza di arresto ≈ 5 kN

Nota

Una prima serie di test è stata realizzata senza punto di rinvio sulla sosta. Poiché il primo punto era spostato a destra rispetto alla sosta, l'assicuratore è stato sollecitato lateralmente al momento della caduta, quindi bloccato bruscamente dalla sua longe. Per il corpo umano è difficile sopportare una tale sollecitazione.

Consiglio

Un punto di rinvio perpendicolare alla sosta (o sulla sosta ) consente di garantire una sollecitazione dell'assicuratore sull'asse: l’arresto della caduta è meno doloroso e quindi più facile.


Fattore 1

Questa configurazione corrisponde ad una caduta su via lunga all'inizio della sosta.

Schema di test per F = 1

Condizioni di prova

  • Arrampicatore: 80 kg
  • Assicuratore: 80 kg
  • Lunghezza di corda: 3,6 m
  • Altezza di caduta: 3,6 m
  • Corda: VOLTA 9,2 mm (Forza di arresto: 8,6 kN)
  • Dispositivo di assicurazione: GRIGRI 2

L’assicuratore è assicurato alla sosta con una longe da 80 cm.

La sosta non ha alcuna libertà di movimento, è equivalente a un punto fisso.

Risultati

Arrampicatore

Forza di arresto ≈ 4 kN

Una tale caduta è impressionante per l'arrampicatore ed è rara sul campo. Al contrario, la sollecitazione è ben sopportabile.

Assicuratore

Forza di arresto ≈ 2 kN

Come per il fattore 0,7, l’assicuratore è bloccato bruscamente sulla sosta: l'arresto della caduta può essere doloroso e delicato.

Ancoraggio

Forza di arresto ≈ 6 kN

Nota

La sollecitazione ottenuta sull'ancoraggio è notevole.

Una tale sollecitazione avrà poca influenza su un ancoraggio fisso perfetto.

Al contrario, sarà critica su una protezione precaria tipo piccolo cavo o chiodo sbagliato.

Consiglio

Lo spostamento dell'assicuratore contribuisce a dissipare l'energia sviluppata nella caduta, limitando così le sollecitazioni. Per questo motivo, consigliamo all'assicuratore di avere una longe lunga per consentirgli lo spostamento. La lunghezza dovrà ovviamente essere adattata all'ambiente.

Il primo punto all'inizio della sosta deve essere perfetto.


Conclusione

Queste prove hanno permesso di valutare le cadute con persone reali. Questi valori ci serviranno successivamente come base per studiare alcuni aspetti particolari della caduta.

Valutare le cadute con persone reali