News - Petzl GrimpDay 2016: ritorno alla vittoria della squadra spagnola - Petzl Schweiz
Cerca
Community News GrimpDay 2016: ritorno alla vittoria della squadra spagnola

GrimpDay 2016: ritorno alla vittoria della squadra spagnola

Il GrimpDay è una sfida internazionale che richiama i servizi di Soccorso di tutto il mondo (vigili del fuoco, protezione civile, esercito e polizia). Riunite a Namur, in Belgio, le squadre competono tra loro nei contesti specifici del soccorso in ambienti pericolosi. Nel giugno 2016 si è svolta la decima edizione dell'evento, che rappresenta ormai un punto di riferimento importante nel mondo del soccorso in montagna. Qui sotto, il team spagnolo dell'Espeleosocorro Andaluz racconta la propria esperienza in qualità di new entry e, contemporaneamente, di vincitore del GrimpDay.

22 Settembre 2016

Soccorso tecnico

Florent Marot

Piccolo preambolo sul paradiso della speleologia: la Spagna

La Spagna è un vero paradiso per la speleologia e il canyoning: nel suo territorio ci sono molte grotte e gallerie sotterranee che superano i 1000 m di profondità e i 100 km di sviluppo. Oggi, nel Paese, le due attività messe assieme possono contare su circa 10.000 praticanti.

L'attività speleologica permette l'accesso ad angoli di natura selvaggia spesso del tutto sconosciuti all'uomo, nei quali la ricerca scientifica e la tecnica sportiva riescono a incontrarsi e a lavorare insieme. Per progredire in questa attività, è essenziale disporre di un adeguato bagaglio tecnico e di una buona condizione fisica. Ad ogni buon conto, come si sa, un incidente può sempre capitare, e nella maggior parte dei casi la situazione del genere richiede di poter contare su un sistema di soccorso di ampia scala.

Dunque, chi dice speleologia sottintende la necessità di poter disporre di squadre di soccorso. In Spagna operano undici gruppi di tecnici, che lavorano insieme nelle operazioni di soccorso. I team sono costituiti da soccorritori specializzati nel campo della speleologia e da volontari, e tutti hanno in comune la passione per l'esplorazione del mondo ipogeo.

Nel 2011 l'Espeleosocorro Andaluz ha organizzato un soccorso in grotta che può essere considerato il più profondo nella storia speleologica spagnola: -500 m di profondità. L'operazione ha richiesto l'impiego di 150 persone tra squadre dell'Espeleosocorro, Greim, vigili del fuoco, UME…

Renaud Richard

Espeleosocorro Andaluz: una passione più che un lavoro?

Attualmente, la squadra dell'Espeleosocorro Andaluz può far conto su 49 speleologi volontari. Nessuno di noi lavora in qualità di professionista nelle operazioni di soccorso. Ci impegniamo nel soccorso perché conosciamo perfettamente l'ambiente speleo e le difficoltà che un recupero in profondità può riservare. Sentiamo l'obbligo morale di fare tutto il possibile per aiutare un collega che ha bisogno di soccorso.

Mendoza

Come vi è venuta l'idea di partecipare a un evento internazionale come il GrimpDay?

Tutto è iniziato qualche mese prima a Siviglia, dove era stato organizzato il Challenge II Rescueday Trophy, un campionato sullo stesso stile del GrimpDay, aperto a tutte le squadre di soccorso della penisola iberica. Si tratta di un evento molto vicino a noi, e abbiamo deciso di partecipare. Abbiamo pensato che fosse importante che la squadra dell'Espeleosocorro Andaluz si presentasse. Così ci siamo preparati per quella competizione, i nostri risultati sono stati spettacolari e  abbiamo vinto il campionato.

Quella vittoria ci aveva regalato molta speranza, e ci è venuta la voglia di partecipare anche al GrimpDay, una competizione che, secondo noi, è la importante del mondo. Ma la realtà è spesso diversa dai sogni. Tra il lavoro di ciascuno di noi, gli impegni di famiglia, il tempo e il costo della competizione, l'avventura ha cominciato ad allontanarsi dalla nostra portata. Però, alla fine, la forza di sette sognatori è stata difficile da fermare…

Mendoza

Voi siete degli specialisti del soccorso in grotta, ma il GrimpDay richiede di essere performanti anche contesti come quello della città o dell'ambiente industriale. Come siete riusciti ad adattarvi al soccorso che si svolge in luoghi tanto diversi?

Questa è stata la cosa che ci ha richiesto il maggior lavoro. Anche se, di base, le tecniche di soccorso in verticale sono le stesse in tutti gli ambienti (in città, in grotta, nel contesto industriale), i diversi tipi di soccorso differiscono in modo significativo a causa della normativa e dei regolamenti che li disciplinano. Questo ci ha costretto a cambiare il nostro EPI (l'equipaggiamento di primo soccorso, n.d.t.), a incrementare la nostra gamma delle attrezzature di emergenza e ad adattare le nostre installazioni e le nostre procedure.

*Equipaggio di primo soccorso

Mendoza

Che cosa avete ricavato dal GrimpDay?

Il GrimpDay costituisce un'esperienza davvero straordinaria. Chiunque si occupi di soccorso dovrebbe iscriversi ala manifestazione, almeno una volta, come partecipante, come organizzatore o come visitatore. Ad ogni passo, al GrimpDay si può percepirei l'atmosfera del mondo del soccorso. S'incontrano persone provenienti da altri paesi con interessi simili ai propri. S'impara insieme. Si scoprono manovre e tecniche molto diverse dalle proprie.

Il GrimpDay ci anche permesso di creare una squadra coesa, unita ed efficace. In effetti, ci siamo preparati moltissimo, e nel corso della competizione abbiamo potuto apprezzare i risultati del lavoro svolto. Oltre ad aver messo assieme una buona squadra, l'evento ci ha consentito di comprendere appieno le manovre necessarie, di ottimizzare ogni procedimento tecnico, di individuare in automatico chi deve fare questa o quell'altra cosa… L'obiettivo è far sì che il meccanismo del salvataggio funzioni in modo rapido e armonico. Infine, un evento di questo tipo è anche la scusa perfetta per allenarsi di più e migliorare.

L'evento merita davvero il posto che gli compete come competizione di soccorso di livello mondiale.

Vincent Exteens

E dopo questa prima esperienza, quale sarà il futuro del team?

Be', a livello di competizioni, siamo un po' incerti sul da farsi. La voglia di rivivere un'esperienza come questa è ancora maggiore rispetto al momento precedente alla nostra partecipazione al GrimpDay. La motivazione per continuare a migliorarci resta intatta. Quindi, per la prossima stagione cercheremo di raccogliere le risorse necessarie per ripetere l'esperienza! Per ora continuiamo a prepararci con l'intero gruppo dell'Espeleosocorro Andaluz!

Perez

Scoprite il video del GrimpDay 2016

GrimpDay 2016 Namur ( Belgio ). Espeleosocorro Andaluz Primo classificato da Diego Mendoza su Vimeo.

News associate