Soccorso su corda: prestazioni dell'ASAP su corda tesa - Petzl Italia
Cerca

Soccorso su corda: prestazioni dell'ASAP su corda tesa

Avviso Titolo

  • Leggi attentamente la scheda tecnica prima di guardare le seguenti tecniche
  • Per capire queste informazioni supplementari, è necessario aver letto il manuale tecnico
  • Padroneggiare queste tecniche richiede una formazione specifica.
  • Prima di riprodurle in autonomia, verificate con un professionista la vostra capacità di eseguire queste tecniche in modo sicuro.

Quando un infortunato è sospeso sulla propria corda di lavoro e dispone di un ASAP sulla corda di sicurezza, alcune tecniche di soccorso consentono lo spostamento del soccorritore sulle corde dell'infortunato. Il soccorritore installa il suo sistema di progressione sulla corda di sicurezza dell'infortunato e il suo ASAP sulla corda di lavoro dell'infortunato.

In caso di manovra errata, rottura dell'ancoraggio o rottura di una corda durante la fase di accesso all'infortunato, è possibile la caduta di uno dei compagni. Il suo ASAP deve quindi arrestare la caduta su una corda tesa.

Accesso all'infortunato dall'alto.

L'ASAP del soccorritore è installato sulla corda di lavoro dell'infortunato (corda 1). In caso di discesa troppo rapida del soccorritore, o di rottura della corda 2, l'ASAP del soccorritore deve bloccare sulla corda 1, tesa dal peso dell'infortunato.

Accesso dall'alto

Accesso all'infortunato dal basso.

Il sistema di progressione del soccorritore è installato sulla corda di sicurezza dell'infortunato (corda 2).

In caso di rottura della corda 1, l'ASAP dell'infortunato deve bloccare sulla corda 2, tesa dal peso del soccorritore.

Accesso dal basso

Osservazioni: in entrambe le situazioni, ulteriori incidenti complicheranno qualsiasi manovra di soccorso. Occorre prendere le massime precauzioni per evitare di rompere l'ancoraggio o la corda nel soccorso a un compagno. Se le corde del compagno non sono più affidabili, è obbligatoria l'installazione di altre corde.

TEST:

I test realizzati hanno evidenziato che l'ASAP funziona normalmente su corda tesa, senza aumento della forza di arresto e senza danno sulla corda.

Test 1:

Massa di 100 kg, collegamento all'ASAP con un OK TRIACT senza assorbitore di energia

Corda PARALLEL 10,5 mm tesa da una massa di 100 kg

Inizio della caduta: ASAP a 1 m dall'ancoraggio, massa al di sopra dell'ASAP (caduta di 2 volte l'altezza del connettore)

Test 1
Corda intatta

Risultato:

Corda intatta / Fc 3,2 kN / spostamento dell'ASAP 50 mm

Test 2:

Massa di 100 kg, collegamento all'ASAP con un OK TRIACT + ABSORBICA L57 + VULCAN

Corda PARALLEL 10,5 mm tesa da una massa di 100 kg

Inizio della caduta: ASAP a 1 m dall'ancoraggio, massa al di sopra dell'ASAP (caduta di 2 volte l'altezza dell'assorbitore di energia + connettori)

Test 2
Corda intatta

Risultato:

Corda intatta (calza rovinata molto leggermente) / Fc 3,9 kN / spostamento dell'ASAP: 50 mm / lacerazione dell'ABSORBICA L57: 200 mm