News - Petzl Assicuratore GRIGRI: un'idea che ha cambiato l'arrampicata - Petzl Other
Cerca
Community News Assicuratore GRIGRI: un'idea che ha cambiato l'arrampicata

Assicuratore GRIGRI: un'idea che ha cambiato l'arrampicata

Nel 1991, Petzl offrì agli scalatori un nuovo dispositivo per l'assicurazione: il GRIGRI. Con il suo sistema di auto-frenante, grazie al comfort offerto all'assicuratore e all'arrampicatore, ben presto il Gri-Gri si dimostrò l'ideale per assicurare la progressione in arrampicata, il lavoro sui passaggi difficili e la discesa in moulinette. Oggi, nel 2015, il Gri-Gri è ancora essenziale sia in falesia sia nell'arrampicata indoor. Qui di seguito vi proponiamo un piccolo ripasso su diversi aspetti di un prodotto che costituisce un po' l'emblema del savoir-faire di Petzl!

22 Luglio 2015

Arrampicata


 

La nascita del GRIGRI…

"Per evitare incidenti, soprattutto sulle falesie dedicate alla didattica, gli istruttori di arrampicata sono alla ricerca di specifici strumenti di assicurazione che consentano loro di sorvegliare in contemporanea diverse cordate di debuttanti, non sempre a proprio agio con il famoso “Otto”.
A Crolles, vengono riempiti diversi scatoloni con dei nuovi prototipi. Si cerca di proporre agli arrampicatori un dispositivo affidabile quanto un'imbragatura. Paul [Petzl], Fernand [Petzl], Peter Popall e Michel Suhubiette si mettono al lavoro per cercare una soluzione al problema, con l'aiuto del primo ingegnere assunto in azienda: Alain Maurice.
La combinazione delle idee porta finalmente dei frutti. Paul, manipolando lo STOP, il discensore autofrenante realizzato da suo padre dieci anni prima, scopre che il dispositivo si blocca sulla corda quando viene simulata una caduta. A Fernand viene anche in mente il SOLO, il dispositivo inventato pochi anni prima da Jean-Louis Rocourt, per auto-assicurarsi nel corso di una scalata in solitaria. Ecco: sono proprio questi i principi che dovranno essere sfruttati!
A poco a poco, l'oggetto prende forma. Per l'impugnatura, si decide di utilizzare la plastica, una sfida sul piano tecnico, con la garanzia di un maggior comfort di utilizzo. Occorre comunque che vengano evitati eventuali errori nel posizionamento della corda: sul dispositivo vengono incisi dei pittogrammi per indicare l'esatta procedura da seguire, e una flangia girevole ricopre l'installazione. Inoltre, viene inoltre chiesto a un designer di rendere l'oggetto il meno aggressivo possibile per le dita.
A questo punto, all'“assicuratore con frenata assistita”, che alla fine del 1991 è ormai pronto per uscire sul mercato, manca solo un nome.
Nel corso di una riunione di lavoro, Michel Suhubiette tutto a un tratto se ne esce con una domanda:
"Allora, a che punto sei con il tuo gri-gri?"
Per Paul, l'evocazione dell'amuleto africano porta fortuna s'impone come un'evidenza. E così è nato il GRIGRI.

Sophie Cuenot Hervé Bodeau, Petzl, La Promesse des Profondeurs, Editions Guerin, gennaio 2013.

Per mezzo del GRIGRI, scoprite il metodo con cui Petzl progetta i propri prodotti…

Progettazione

La progettazione e lo sviluppo dei prodotti Petzl si basano su un processo continuo a tre livelli:
1. Identificare il problema e capire il suo contesto
2. Trovare una soluzione efficace
3. Continuare a valutare e a migliorare il prodotto

Design

I progetti migliori vengono selezionati e le nostre équipe-progetti iniziano la fase di sviluppo, con la creazione di diversi prodotti, progettati dai designer, che possono essere fabbricati e collaudati.

Realizzazione dei prototipi e dei test

Sviluppiamo dei prototipi funzionali basati sui dispositivi di maggior successo realizzati dai designer. I prototipi vengono poi inviati per la valutazione ai nostri tester in tutto il mondo, e vengono quindi rifiniti fino al raggiungimento del prodotto finale desiderato.

Sicurezza

Durante tutto il processo di sviluppo, il prodotto subisce molti test relativi a prestazioni, sicurezza e qualità. Petzl ha definito le proprie esigenze e i propri criteri di qualità ben oltre gli standard industriali del settore.

Verso il prodotto finale

Dopo una serie di rigorosi test in laboratorio e sul campo, il prodotto viene ultimato, e a quel punto può cominciare il processo di produzione.

Le informazioni tecniche

Nessun prodotto Petzl è completo senza il suo famoso manuale tecnico che spiega come ciascun dispositivo dev'essere utilizzato e conservato in modo corretto.

La formazione

Attraverso la sua rete globale di istituti e partner tecnici, Petzl offre ai propri clienti e agli utenti finali dei corsi di formazione, per una migliore comprensione e utilizzazione dei suoi prodotti.

Sviluppi ulteriori

Un prodotto Petzl non è mai davvero finito. Lavoriamo di continuo per imparare, per rimettere in discussione le nostre idee e per innovare, al fine di adeguare i nostri strumenti per le esigenze dei nostri utenti, che sono in continua evoluzione.


 

Per saperne di più

News associate