News - Petzl Consigli utili in sci sul ghiacciaio - Petzl Other
Cerca
Community News Consigli utili in sci sul ghiacciaio

Consigli utili in sci sul ghiacciaio

In qualunque stagione, tanto l'estate quanto l'inverno, l'alpinismo richiede una perfetta padronanza delle tecniche di progressione su ghiaccio e/o di quelle necessarie a soccorrere un compagno caduto in un crepaccio. L'estate 2015 è stata particolarmente asciutta e, di conseguenza, sui ghiacciai è rimasto aperto un gran numero di crepacci. All'approssimarsi dell'inverno, in questo primo inizio di stagione, Vivian Bruchez, del Team Petzl, guida alpina e sciatore del ripido, invita alla massima attenzione tutti coloro che praticano l'alpinismo invernale. Nell'articolo che segue, troverete dei consigli utili che riguardano la progressione su ghiaccio, l'impiego dei paranchi per il recupero di alpinisti caduti in un crepaccio, e anche il materiale indispensabile per metterli in pratica.

1 Dicembre 2015

Alpinismo

Vivian Bruchez, guida alpina e sciatore del ripido, unisce l'alpinismo e lo sci su terreno non battuto

© Vivian Bruchez

"Fine settembre, Aiguille du Tour: sono in compagnia di Agathe, una mia cliente fedele. Sto per intraprendere l'ultima uscita della mia stagione di guida. La montagna è tranquilla: la luna piena e le nevicate di inizio autunno mi danno un senso di serenità.
Dopo un'ora di cammino sul ghiacciaio, mi rendo conto che la neve caduta di recente nasconde un sacco di crepacci, e che solo in apparenza la montagna è in buone condizioni… Infatti, i ponti di neve sono ancora fragili, e l'estate particolarmente asciutta ha lasciato ovunque le proprie tracce. In questo inizio d'autunno dobbiamo perciò armarci di pazienza e muoverci sui ghiacciai con la massima attenzione".

--Vivian Bruchez

 

Mai partire con le mani in tasca...

© PETZL / Marc Daviet

La caduta in crepaccio costituisce uno dei rischi maggiori quando ci si muove su un ghiacciaio. Portare con sé il materiale necessario a preparare un paranco e conoscere le tecniche per far risalire il compagno caduto in un crepaccio sono precauzioni indispensabili, per un alpinista.

Materiale indispensabile per il soccorso di un alpinista caduto in un crepaccio

  • RAD SYSTEM : 3 moschettoni di sicurezza, 1 carrucola bloccante, 1 TIBLOC
  • 2 moschettoni semplici
  • 2 chiodi da ghiaccio
  • 1 fettuccia da 120 cm
  • 1 autobloccante di cordino
  • 8m di cordino da 6 mm di diametro

Materiale per la progressione su ghiacciaio

  • imbrago
  • casco
  • piccozza con manico dritto
  • una corda semplice, di 30-50 m, a seconda del numero dei componenti della cordata
  • ramponi con sistema antisnow
  • lampada frontale

 

Ripassate le tecniche di progressione su ghiacciaio

Progressione in cordata da due

In caso di caduta in un crepaccio, è necessario arrestare immediatamente la caduta del compagno senza venire trascinati nel buco di caduta. Dei due, un solo componente della cordata dovrà fare da contrappeso. È perciò importante poter disporre di tutte le possibilità derivanti dalla progressione con la corda tesa…

Approche glacière encordée à deux - conseil technique © PETZL / Marc Daviet

Guarda i consigli tecnici completi >

Progressione simultanea e arresto della caduta in crepaccio con il RAD SYSTEM

Per fermare una caduta in crepaccio quando si progredisce a corda tesa, si utilizza normalmente una corda dinamica sottile. Numerosi test hanno dimostrato che è anche possibile utilizzare una corda iperstatica leggera.

Progression simultanée et arrêt de chute en crevasse avec le RAD SYSTEM © PETZL / Marc Daviet

Guarda i consigli tecnici completi >

 

Le tecniche del paranco nel soccorso da crepaccio

Soccorso in crepaccio n. 1: trasferimento del peso del caduto su un ancoraggio

Appena la caduta è stata arrestata, la persona rimasta sulla superficie del ghiacciaio trattiene il caduto facendo da contrappeso. A quel punto occorre creare rapidamente un ancoraggio che permetta di scaricare il peso del compagno caduto, in modo da poter disporre le operazioni di soccorso.

Secours crevasse n° 1 : transfert du poids de la victime sur un ancrage © PETZL / Boris Dufour

Guarda i consigli tecnici completi >

Soccorso in crepaccio n. 2: accesso al bordo del crepaccio per valutare la situazione

Accedere al bordo del crepaccio in sicurezza consente di valutare le condizioni del caduto prima di procedere al suo recupero. Occorre prendere le dovute precauzioni…

Secours crevasse n° 2 : accès au bord de la crevasse pour évaluer la situation © PETZL / Marc Daviet

Guarda i consigli tecnici completi >

Soccorso in crepaccio n. 3: messa in opera di un paranco per il soccorso da crepaccio

Esistono diversi tipi di paranchi, più o meno adattati alle diverse situazioni. Come in tutte le situazioni di emergenza, la formazione e la conoscenza preventiva delle tecniche da utilizzare costituiscono la migliore garanzia di successo.

Secours crevasse n° 3 : mouflages pour le secours en crevasse © PETZL / Alexandre Buisse

Guarda i tre sistemi classici dell'impiego del paranco, che possono essere utilizzati in autonomia con un minimo di materiale >

Prontuario delle tecniche di soccorso da crepaccio

Prontuario delle tecniche di soccorso da crepaccio

Scarica e stampa la nota [pdf]

 

Guarda tutti i consigli tecnici che riguardano l'alpinismo

In ogni pagina relativa all'attività di cui si parla, trovate trovi tutti i consigli tecnici suddivisi per capitoli: consigli base, assicurazione, equipaggiamento…

Mountaineering tech tips on petzl.com

News associate