Arresto caduta su linea vita verticale con ASAP LOCK e ASAP - Petzl Italia
Cerca

Arresto caduta su linea vita verticale con ASAP LOCK e ASAP

Avviso Titolo

  • Leggere attentamente le istruzioni tecniche dei prodotti utilizzati in questo consiglio prima di consultarlo. Dovete aver compreso le informazioni dell’istruzione tecnica per poter capire queste ulteriori informazioni.
  • La padronanza di queste tecniche richiede una formazione ed un addestramento specifico. Verificate con un professionista la vostra capacità di rifare la manovra, da soli, in piena sicurezza, prima di riprodurla autonomamente.
  • Forniamo esempi di tecniche relative alla vostra attività. Ne possono esistere altre che non vengono qui descritte.
Utilizzo di un anticaduta mobile su linea vita.

L’utilizzo di un anticaduta mobile su linea vita corrisponde alle norme EN 353-2 e ANSI Z359-15, descritte nelle istruzioni tecniche di ASAP e ASAP LOCK. Mentre l’utilizzatore avanza sulla struttura arrampicando o camminando (traliccio, scala, tetto...), l’anticaduta mobile segue i suoi movimenti e serve ad arrestare un'eventuale caduta. L’anticaduta mobile non deve essere utilizzato per posizionarsi sul lavoro, per questa funzione l’utilizzatore può essere dotato di un cordino di posizionamento (GRILLON, PROGRESS...)

Utilizzi certificati EN 353-2 e ANSI Z359-15

ASAP LOCK.

1. Con ASAP LOCK

Utilizzo certificato EN 353-2 con ASAP’AXIS, AXIS e PARALLEL con terminazione cucita.

Utilizzo certificato EN 353-2 con ASAP’AXIS, AXIS e PARALLEL con terminazione cucita.
Utilizzo certificato EN 353-2 con ASAP’AXIS, AXIS e PARALLEL con terminazione cucita.

Utilizzo certificato ANSI Z359-15 con RAY.

Utilizzo certificato ANSI Z359-15 con RAY.
Utilizzo certificato ANSI Z359-15 con RAY.
ASAP.

2. Con ASAP

Con ASAP, l’utilizzatore può scegliere di utilizzare o meno un assorbitore di energia, per ragioni di comfort: l’assorbitore consente in particolare di allontanare la corda dalla postazione di lavoro.

Utilizzo certificato EN 353-2 con ASAP’AXIS

Utilizzo certificato EN 353-2 con ASAP’AXIS 1/ 2.
Utilizzo certificato EN 353-2 con ASAP’AXIS 1/ 2.

Utilizzo certificato EN 353-2 con ASAP’AXIS 2/ 2.
Utilizzo certificato EN 353-2 con ASAP’AXIS 2/ 2.

Utilizzo certificato ANSI Z359-15 con RAY.

Utilizzo certificato ANSI Z359-15 con RAY.
Utilizzo certificato ANSI Z359-15 con RAY.
Informazione

Nota: la norma ANSI Z359-15 impone che i connettori non siano smontabili senza attrezzo: utilizzare la barretta CAPTIV.

Utilizzo possibile certificazione esclusa con AXIS e PARALLEL annodate sull’ancoraggio

Utilizzo possibile certificazione esclusa con AXIS e PARALLEL annodate sull’ancoraggio 1/ 3.
Utilizzo possibile certificazione esclusa con AXIS e PARALLEL annodate sull’ancoraggio 1/ 3.

Utilizzo possibile certificazione esclusa con AXIS e PARALLEL annodate sull’ancoraggio 2/ 3.
Utilizzo possibile certificazione esclusa con AXIS e PARALLEL annodate sull’ancoraggio 2/ 3.
Utilizzo possibile certificazione esclusa con AXIS e PARALLEL annodate sull’ancoraggio 3/ 3.
Utilizzo possibile certificazione esclusa con AXIS e PARALLEL annodate sull’ancoraggio 3/ 3.
Informazione

È un requisito di resistenza della corda specificato dall’EN 353-2 che impedisce la certificazione dell’ASAP LOCK e dell’ASAP su AXIS e PARALLEL annodate sull’ancoraggio. Infatti, queste corde non resistono a 22 kN con nodo a otto come richiesto, solo le terminazioni cucite possono farlo.

Tuttavia, Petzl ritiene che le resistenze di queste corde con nodo a otto sono sufficienti per non presentare rischi per l’utilizzatore nell’utilizzo normale dell’anticaduta mobile (15kN per PARALLEL, 19 kN per AXIS).

Utilizzo possibile dell’ASAP con AXIS e PARALLEL certificazione esclusa

Utilizzo possibile dell’ASAP con AXIS e PARALLEL 1/ 2 certificazione esclusa.
Utilizzo possibile dell’ASAP con AXIS e PARALLEL 1/ 2 certificazione esclusa.

Utilizzo possibile dell’ASAP con AXIS e PARALLEL 2/ 2 certificazione esclusa.
Utilizzo possibile dell’ASAP con AXIS e PARALLEL 2/ 2 certificazione esclusa.
Informazione

La combinazione di due requisiti della norma EN 353-2 impedisce la certificazione dell’ASAP su AXIS e PARALLEL:

- Le sollecitazioni durante il test di caduta non devono superare 6 kN.

- Se l’anticaduta mobile può essere utilizzato con un assorbitore di energia smontabile, tutti i test devono essere positivi anche senza assorbitore di energia.

Nella prova di prestazione dinamica dell’ASAP senza assorbitore di energia su AXIS e PARALLEL in conformità al protocollo EN 353-2, si ottengono valori vicino a 6 kN. La stessa prova su ASAP’AXIS consente di ottenere un risultato sotto 6 kN, grazie al dissipatore di energia integrato a questa corda.

Questo è il motivo per cui soltanto l’ASAP’AXIS è compatibile con la certificazione EN 353-2 dell’ASAP. Consente un utilizzo con o senza assorbitore di energia.



Tuttavia, il test di certificazione è realizzato vicino all’ancoraggio (30 cm). Il valore sarebbe inferiore a 6 kN su AXIS o PARALLEL se il test fosse realizzato a più di un metro dall’ancoraggio, grazie all’assorbimento di una parte dell'energia per l’elasticità della corda. Il protocollo di test è quindi molto più rigoroso di quello che potrebbe incontrare un lavoratore in una situazione reale.



In conclusione: quando vengono prese precauzioni per limitare il rischio di caduta nei pressi dell’ancoraggio e a condizione di rispettare tutte le precauzioni indicate nelle istruzioni tecniche ASAP e ASAP’SORBER, Petzl ritiene che non ci sia alcun rischio reale per l'utilizzatore nell’utilizzo dell'ASAP collegato senza assorbitore di energia sulle corde Petzl PARALLEL 10,5 mm e AXIS 11 mm.