Come scegliere la propria lampada ATEX? - Petzl Italia
Cerca

Come scegliere la propria lampada ATEX?

La scelta della lampada è effettuata in funzione del tipo di ambiente in cui la lampada sarà utilizzata. Ciascuno dei parametri ambientali determina quale tipo di lampada ATEX deve essere utilizzata.

Avviso Titolo

  • Leggi attentamente la scheda tecnica prima di guardare le seguenti tecniche
  • Per capire queste informazioni supplementari, è necessario aver letto il manuale tecnico
  • Padroneggiare queste tecniche richiede una formazione specifica.
  • Prima di riprodurle in autonomia, verificate con un professionista la vostra capacità di eseguire queste tecniche in modo sicuro.

Scelta della categoria di lampade ATEX

I vari parametri da definire per identificare la categoria di prodotti da utilizzare in una zona sono i seguenti:

  • Tipo di industrie
Miniera Industria di superficie
Gruppo di apparecchiature I II
  • Tipo di combustibili presenti:

Polveri: D

Gas o vapori: G

  • Tipo di zone in cui ci troviamo:
Atmosfera esplosiva Combustibile tipo gas Combustibile tipo polveri
Presente sempre o per lunghi periodi

(superiore a 1000 h l’anno)
ZONA 0 ZONA 20
Presente occasionalmente

(superiore a 10 h e inferiore a 1000 h l'anno)
ZONA 1 ZONA 21
Presente accidentalmente

(inferiore a 10 h l’anno)
ZONA 2 ZONA 22

La classificazione delle zone è specificata nel consiglio tecnico Classificazione delle zone ATEX.

=> A partire da questi tre parametri, è possibile definire la categoria minima di lampade ATEX da utilizzare:

Tipo di industrie Tipo di combustibili Zona Livello di protezione richiesto (EPL) Categoria minima di materiali ATEX
Miniera Polvere - Livello molto elevato IM1
Miniera Polvere - Livello molto elevato IM2
Industria di superficie Polvere 20 Livello molto elevato II 1D
Industria di superficie Polvere 21 Livello molto elevato II 2D
Industria di superficie Polvere 22 Livello molto elevato II 3D
Industria di superficie Gas o vapore 0 Livello molto elevato II 1G
Industria di superficie Gas o vapore 1 Livello molto elevato II 2G
Industria di superficie Gas o vapore 2 Livello molto elevato II 3G
Informazione

Nota: il numero associato alla zona di utilizzo non è identico al numero associato alla categoria di attrezzatura:

Zona 0 = categoria 1

Zona 1 = categoria 2

Zona 2 = categoria 3

Scelta della classificazione in base all'ambiente

  • Ambienti tipo gas / vapori:

I vari parametri da definire per identificare la categoria di prodotti da utilizzare in una zona sono i seguenti:

Gruppo di gas Gas rappresentativo Pericolosità
IIA Propano +
IIB Etilene ++
IIC Idrogeno +++

Vengono individuate anche le classi di temperatura poiché le varie sostanze possono infiammarsi a diverse temperature. Più bassa è la temperatura d'infiammabilità, più la sostanza è pericolosa. La classe di temperatura di un dispositivo (lampada) è la temperatura massima di superficie che può raggiungere il dispositivo.

Definizione delle classi di temperatura
Definizione delle classi di temperatura

In questo modo, si deve scegliere una lampada adatta al corretto gruppo di gas (IIA, IIB, IIC) e alla corretta classe di temperatura, in base al tipo di gas presente sul posto.

  • Ambienti tipo polveri:

I vari parametri da definire per identificare la categoria di prodotti da utilizzare in una zona sono i seguenti:

Gruppo di polveri Tipi di polveri Pericolosità
IIIA Particelle in sospensione +
IIIB Polveri non conduttive ++
IIIC Polveri conduttive +++

Come per i gas, diamo una temperatura massima di superficie raggiunta dal dispositivo. In un ambiente tipo polveri, si dovrà verificare che siano soddisfatte le seguenti condizioni:

- Temperatura massima di superficie del dispositivo inferiore a 2/3 x temperatura d’infiammabilità di una nube di polveri.

- Temperatura massima di superficie del dispositivo inferiore alla temperatura d’infiammabilità di uno strato di 5 mm di polveri inferiore a 75 °C.

In questo modo, si deve scegliere una lampada adatta al corretto gruppo di polveri (IIIA, IIIB, IIIC) e alla temperatura massima di superficie in base al tipo di polveri presenti sul posto