Assicurazione del secondo con MICRO TRAXION, attenzione a qualsiasi caduta - Petzl Italia
Cerca

Assicurazione del secondo con MICRO TRAXION, attenzione a qualsiasi caduta

La MICRO TRAXION non è un dispositivo d’assicurazione. Non è stato progettata né certificata per questo utilizzo. Per ragioni pratiche, può a volte essere utilizzata per assicurare un arrampicatore dall’ancoraggio in cima alla via. Petzl ha quindi realizzato una serie di test per comprendere i limiti e i rischi di questo utilizzo.

Avviso Titolo

  • Leggi attentamente la scheda tecnica prima di guardare le seguenti tecniche
  • Per capire queste informazioni supplementari, è necessario aver letto il manuale tecnico
  • Padroneggiare queste tecniche richiede una formazione specifica.
  • Prima di riprodurle in autonomia, verificate con un professionista la vostra capacità di eseguire queste tecniche in modo sicuro.
Utilizzare una MICRO TRAXION per assicurare un secondo è una manovra delicata 1/3
Utilizzare una MICRO TRAXION per assicurare un secondo è una manovra delicata 2/3
Utilizzare una MICRO TRAXION per assicurare un secondo è una manovra delicata 3/3

Ciò che consente di considerare l’utilizzo di una carrucola-bloccante per assicurare un secondo, è che è possibile tenere la corda sempre tesa a monte dell’arrampicatore e quindi evitare qualsiasi caduta.

Per questo, l’assicuratore deve essere particolarmente attento, deve recuperare la corda in funzione della progressione e non lasciare lasco di corda tra l’ancoraggio e l’arrampicatore.

In particolare, nei pressi dell’ancoraggio e nelle manovre alla sosta, un lasco di corda di 50 cm si forma molto rapidamente, occorre diffidare di ogni passo effettuato dall’arrampicatore.

Si raccomanda che l’arrampicatore sia informato dell’utilizzo di questa tecnica d’assicurazione e ne conosca i limiti, per adottare anche lui le giuste precauzioni.

Alcune situazioni possono complicare la manovra e aumentare il rischio:

  • Strapiombo che l’arrampicatore rischia di non riuscire a superare: se il secondo si trova sospeso sulla corda, diventa molto complicato consentirgli di calarsi in sicurezza. L’assicuratore dovrà piuttosto considerare un sollevamento per aiutarlo a superare il passaggio.
  • Fine tiro su traverso: quando l’ultimo rinvio è sganciato, c’è il rischio di caduta direttamente sull’ancoraggio. Se la corda è recuperata correttamente seguendo la progressione dell’arrampicatore, si tratta di una caduta con pendolo.
  • Eventuali movimenti durante le manovre alla sosta. Attenzione, in particolare l’arrampicatore non deve salire a livello dell’ancoraggio e/o sopra la MICRO TRAXION.

Test realizzati per conoscere meglio i rischi di questo utilizzo:

Le prove di caduta sono state realizzate con un manichino flessibile (simile al comportamento di un corpo umano). Attenzione, i risultati di questi test devono essere compresi solo a titolo indicativo, numerosi fattori possono peggiorare i risultati. In ogni caso si consiglia di evitare qualsiasi caduta.

Nota: durante questi test è stata rilevata una sola rottura completa di corda, su una corda molto usurata (risultato in rosso). I risultati contrassegnati in arancio rappresentano la rottura della calza della corda e di uno o più fili d’anima, cosa che corrisponde già ad una situazione particolarmente pericolosa per l’arrampicatore.

Misurazione dell’altezza di caduta critica in funzione del peso dell'arrampicatore.

Test realizzato con caduta fattore 1, su corda VOLTA GUIDE 9 mm nuova.

Test realizzato con caduta fattore 1, su corda VOLTA GUIDE 9 mm nuova.
Test realizzato con caduta fattore 1, su corda VOLTA GUIDE 9 mm nuova, tabella.
Test realizzato con caduta fattore 1, su corda VOLTA GUIDE 9 mm nuova, tabella.

Confronto con caduta fattore 1, su un capo di mezza corda PASO 7,7 mm nuova.

Confronto con caduta fattore 1, su un capo di mezza corda PASO 7,7 mm nuova.
Confronto con caduta fattore 1, su un capo di mezza corda PASO 7,7 mm nuova, tabella.
Confronto con caduta fattore 1, su un capo di mezza corda PASO 7,7 mm nuova, tabella.

Confronto dei risultati in caso di utilizzo di una corda usurata

Attenzione, il comportamento delle corde usurate non è ripetibile (in funzione del loro grado di usura e del tipo di usura), questi risultati hanno solo un carattere indicativo (i test sono stati realizzati con una corda molto usurata, a fine vita.)

È fondamentale ricordare che in questo utilizzo, una corda usurata deve essere utilizzata con maggiore prudenza di una corda nuova. (Al contrario di una situazione di frenaggio della calata in cui la corda nuova tende ad essere più scivolosa).

Confronto dei risultati in caso di utilizzo di una corda usurata.
Confronto dei risultati in caso di utilizzo di una corda usurata, tabelle.
Confronto dei risultati in caso di utilizzo di una corda usurata, tabelle.

Prove con effetto pendolo

Nel caso di un fine tiro su traverso, il rischio di effetto pendolo non può essere evitato.

I test sono stati realizzati per un caso abbastanza realistico di una caduta su 2 m di corda quando l’arrampicatore si trova a 1,8 m dall’ancoraggio, sullo stesso livello.

Test realizzati esclusivamente su corda nuova.

Prove con effetto pendolo.
Prove con effetto pendolo, tabella.
Prove con effetto pendolo, tabella.