Annesso 5: Analisi di soluzioni osservate sul campo - Utilizzo di un solo bloccante e nodi sulla corda - Petzl Italia
Cerca

Annesso 5: Analisi di soluzioni osservate sul campo - Utilizzo di un solo bloccante e nodi sulla corda

Avviso Titolo

  • Leggi attentamente la scheda tecnica prima di guardare le seguenti tecniche
  • Per capire queste informazioni supplementari, è necessario aver letto il manuale tecnico
  • Padroneggiare queste tecniche richiede una formazione specifica.
  • Prima di riprodurle in autonomia, verificate con un professionista la vostra capacità di eseguire queste tecniche in modo sicuro.

Sistema principale: un bloccante sulla corda.

Sistema accessorio: realizzazione di nodi sulla corda, in arrampicata, sotto il bloccante.

I nodi sono lasciati sulla corda sotto l'arrampicatore.

Sistema principale: un bloccante sulla corda.

Vantaggi:

- Semplicità del sistema e della sua installazione

- Basso costo di materiale.

Svantaggi:

- Il principio di abbondanza non è rispettato per quanto riguarda la corda di assicurazione. ATTENZIONE, uno sfregamento ripetuto sulla roccia può tagliare rapidamente la vostra unica corda.

- Richiede regolarmente entrambe le mani libere per fare i nodi: impossibile se l'arrampicata è impegnativa, quindi rischio di salire abbastanza in alto al di sopra dell'ultimo nodo in alcuni passaggi.

- In caso di uscita dall'alto, lo smontaggio di una corda con molti nodi può risultare complicato o addirittura pericoloso.

Rischi in caso di malfunzionamento del bloccante principale:

- Elevata altezza potenziale della caduta.

- L’utilizzatore cadrà fino al primo nodo incontrato. Il bloccante non è progettato per sopportare l'urto sul nodo.

Risultati di una serie di prove effettuate da Petzl:

Risultati di una serie di prove effettuate da Petzl
Risultati di una serie di prove effettuate da Petzl

Situazione testata: simulazione di un malfunzionamento dell'apparecchio principale. Fermacorda volontariamente disattivato per il test. Caduta sul nodo con un manichino di 80 kg legato al bloccante.

L'inizio della caduta è fissato a 2 m dall'ancoraggio, cioè una posizione media: nei pressi dell'ancoraggio, il fattore di caduta sarà più elevato e l'urto più violento.

Sono state considerate due altezze di caduta:

- Altezza di caduta classica = caduta da 2 m al di sopra del nodo (fattore 0,5).

- Altezza di caduta dell'arrampicatore obbligato a concatenare un passaggio impegnativo = caduta da 5 m al di sopra del nodo (fattore 0,71).

Le stesse cadute sono state ripetute su corde dinamiche, semistatiche e statiche di 11 mm di diametro.

In queste prove, il nodo è stato sufficiente ad arrestare la caduta ogni volta. Tuttavia, l’arresto della caduta non è un risultato sufficiente per convalidare le prove, in quanto l'arrampicatore si trova in tal caso di fronte ad altri problemi.

La forza di arresto è elevata.

- La forza di arresto è elevata: sempre superiore a 4 kN, e fino a più di 8 kN per le cadute su corde semistatiche e statiche.

La corda è a volte danneggiata.

- La corda è a volte danneggiata (rottura della calza, sezione di vari fili d'anima): quando il fermacorda del bloccante si aziona in fase di caduta, o nell'urto sul nodo.

L’apparecchio è danneggiato dall'urto.

- L’apparecchio è danneggiato dall'urto nella maggior parte dei casi:

> MINI TRAXION: flange deformate, asse deformato. L’apparecchio non è più utilizzabile, l'arrampicatore deve utilizzare un altro bloccante, o discensore, per fare il recupero.

> MICRO TRAXION: flangia mobile deformata, asse deformato. L’apparecchio può eventualmente servire per il recupero, ma deve essere eliminato subito dopo.

> ASCENSION: corpo deformato nei casi più violenti. L’apparecchio può eventualmente servire per il recupero, ma deve essere eliminato subito dopo. Il nodo s'incastra tra il moschettone e il corpo dell'apparecchio. In caso di errato collegamento, la corda sarebbe liberata.

attenzione

Petzl non raccomanda questa soluzione la cui efficacia è incerta.