Altre situazioni di progressione incompatibili con il cordino iperstatico RAD LINE - Petzl Other
Cerca

Altre situazioni di progressione incompatibili con il cordino iperstatico RAD LINE

Tutti i casi di progressione con ancoraggi con il RAD LINE presentano un pericolo per l'utilizzatore in caso di caduta

Avviso Titolo

  • Leggi attentamente la scheda tecnica prima di guardare le seguenti tecniche
  • Per capire queste informazioni supplementari, è necessario aver letto il manuale tecnico
  • Padroneggiare queste tecniche richiede una formazione specifica.
  • Prima di riprodurle in autonomia, verificate con un professionista la vostra capacità di eseguire queste tecniche in modo sicuro.
Progressione simultanea con punti di assicurazione intermedi.

Progressione simultanea con punti di assicurazione intermedi.

In caso di caduta del primo o del secondo , rischio di forza di arresto troppo elevata.

Progressione simultanea su cresta.

Progressione simultanea su cresta.

In caso di caduta, la cresta o gli spuntoni a valle della cresta fungeranno da ancoraggio. Rischio di forza d'arresto troppo elevata.

Arrampicata da primo su terreno ripido, assicuratore sulla sosta.

Arrampicata da primo su terreno ripido, assicuratore sulla sosta.

In caso di caduta del primo, rischio di forza di arresto troppo elevata.

Traversata di ponte di neve assicurato su ancoraggio provvisorio (corpo morto).

Traversata di ponte di neve assicurato su ancoraggio provvisorio (corpo morto)

In caso di cedimento del ponte di neve, rischio di forza di arresto elevata e/o distacco dell'ancoraggio.

Traversata di ponte di neve assicurato su ancoraggio provvisorio (corpo morto).

Traversata di ponte di neve assicurato sulla persona, su ancoraggio provvisorio (corpo morto)

La corda deve restare perfettamente tesa per ridurre l'altezza di caduta in caso di cedimento del ponte di neve. Assicurazione «sul corpo» o su un mezzo barcaiolo sull'assicuratore.

In caso di cedimento del ponte di neve, la forza di arresto può essere elevata sull'assicuratore. Quest'ultimo deve quindi essere estremamente attento e ben posizionato sugli appoggi.

Caso della progressione con corda tesa corta

Caso della progressione con corda tesa corta

Lo scopo di questa tecnica non è arrestare una caduta, ma rendere la caduta molto improbabile grazia alla costante attenzione del primo di cordata.

Non c'è quindi limite con il cordino RAD LINE, a condizione che non si cambi metodo di assicurazione durante la salita, per esempio per superare un passaggio ripido con punti di assicurazione.

Nota: la maggior parte delle prove destinate a questa tecnica hanno dimostrato una forte probabilità di caduta collettiva, indipendentemente dalla corda utilizzata. Questa tecnica deve essere riservata ai primi di cordata esperti.