V.Axess - The Petzl institute

V.axess, the Petzl Institute, è stato concepito come luogo di scambio e di sperimentazione.

La sua missione è di unire le esperienze e le intuizioni al fine di immaginare e sviluppare le tecniche di domani. Per raggiungere questi obiettivi, è necessario aumentare la nostra conoscenza sulle varie componenti della verticalità.

Questa fase di studio è indispensabile: deve includere la dimensione umana, con i suoi aspetti fisiologici e psicologici ma anche la dimensione tecnica, sia che si tratti di equipaggiamenti che di metodi di progressione.
 

 

V.axess è prima di tutto un imponente edificio costruito nel 2008 ed ospita il dipartimento di formazione, di informazione e di ricerca di Petzl. V.axess è destinata a promuovere le idee e le aspirazioni dei professionisti della montagna, del soccorso e dell'industria per sviluppare le tecniche di accesso verticale di domani.

L'edificio offre più di 1500 m2 di superficie al suolo oltre ad un complesso sistema di scale interne ed esterne, camminamenti, pareti d'arrampicata inclinabili, piattaforme e travi portanti. Le superfici interne ed esterne dell'edificio sono attrezzate in modo da riprodurre le situazioni incontrate nel mondo della verticalità.

V.axess ospita inoltre una torre di 30 metri con spazi ristretti e superfici esterne verticali che possono essere utilizzate per ricreare condizioni di ghiaccio o di deflusso d'acqua. Diversi ventilatori da 50 kW sono inoltre in grado di generare venti di oltre 35 Km/h.

V.axess 
 

Intervista a Chris Blakeley, nuovo responsabile di V.axess

Lo scorso febbraio Petzl ha nominato Chris Blakeley alla guida di V.axess, the Petzl Institute.


Chris Blakeley, il nuovo responsabile di V.axess, the Petzl institute.

Chris Blakeley, 37 anni, è originario del nord dell'Inghilterra. Chris pratica in gioventù la speleologia e la scalata, poi studia ingegneria specializzandosi in disegno 3D e prototipi. Successivamente lavora come tecnico nel campo dell'accesso su corda, mettendo in pratica le sue competenze sia speleologiche che nell'attrezzatura delle vie.

Anche se arriva ufficialmente in Petzl nel 2010, come responsabile di V.axess, Chris è stato per anni strettamente legato al marchio, avendo lavorato per Lyon Equipement, il distributore britannico di Petzl. Presso Lyon, Chris Blakeley è stato responsabile della formazione, creando e applicando alcuni moduli insieme alla sua squadra di formatori esperti, e successivamente Responsabile Tecnico della società. Dopo dieci anni presso Lyon Equipement, Chris Blakeley accetta la proposta di Petzl in Francia, dove ora lavora al quartier generale di Crolles, circondato da montagne magnifiche e grotte profonde.

Le funzioni di V.axess per Petzl sono numerose: la creazione di moduli di formazione allo sviluppo, test e adeguamento delle soluzioni attraverso l'analisi delle reazioni fisiche e psicologiche dell'uomo alle situazioni estreme. V.axess è uno strumento unico e prezioso che aiuterà Petzl a mantenere la propria leadership nello sviluppo di prodotti, di informazione e di formazione, vale a dire la soluzione a chi vuole accedere all'inaccessibile.

Chris Blakeley, con la sua vasta esperienza e la sua mente concentrata sull'innovazione, consentirà a Petzl di sfruttare appieno il pontenziale di V.axess.
 


L'edificio V.axess si trova presso il quartier generale di Petzl a Crolles, in Francia.

Chris Blakeley risponde ad alcune domande su V.axess, sul suo utilizzo attuale e futuro.

Petzl: Quale ruolo ha l'edificio di V.axess nel reparto Ricerca e Sviluppo di Petzl?

Chris Blackeley: Quando si ha un'idea per un nuovo prodotto, questa arriva grazie ad un'intuizione, talvolta individuale ma comunque sempre motivata dalla voglia di realizzare qualcosa di nuovo. Questa esigenza può presentarsi nel corso di una formazione in V.axess, per una mancanza nel mercato o può essere individuata da un utilizzatore che tenta di eseguire un'azione.

Gli uffici R&D (Ricerca e Sviluppo) e gli studi di progettazione di Petzl consentono lo sviluppo iniziale del progetto. Qui vengono riuniti gli input provenienti da tutta l'azienda per poter sviluppare i prototipi che saranno testati sulla torre di prova di Petzl, situata in un altra area dell'edificio. Prima che nascesse V.axess, la tappa successiva alla torre di prova consisteva nel testare i prototipi direttamente sul campo. In questi test numerosi fattori sono imprevedibili e questo ne limita l'efficacia. V.axess permette di realizzare una fase intermedia: dopo la torre di prova, possiamo proporre alcune soluzioni a V.axess ed effettuare alcuni test in condizioni controllate, sul posto ma molto realistici.

Otteniamo immediatamente un feedback utilizzando l’interno e l’esterno dell’edificio, riproducendo pendii, vento, allungamento della corda, cedimento di un ancoraggio… Possiamo fare questi test cambiando una variabile alla volta e mantenendo i necessari margini di sicurezza.

L'intero edificio dispone di una rete wireless che ci permette di registrare i dati sul web. Abbiamo inoltre diversi punti per accedere al server di rete, siamo in grado di collegare i dinamometri dove vogliamo e possiamo monitorare anche la frequenza cardiaca. Con così tante possibilità, V.axess ci aiuta ancora una volta a chiudere il cerchio intorno al reparto R&D. Nella fase finale si fanno i test in ambiente naturale, molto più efficaci grazie alle prove effettuate prima in V.axess.

Quali altri ruoli potrebbe avere V.axess per Petzl?

La funzione essenziale di V.axess è chiudere il ciclo R&D, ma stiamo cercando di sviluppare una sua dimensione di ricerca specifica: come si possono migliorare le capacità, l'efficacia e la sicurezza di tutti coloro che fanno lavori in altezza? Stiamo studiando anche gli aspetti legati alla performance: per esempio perchè la prestazione cambia da uno scalatore all'altro? Perchè con un peso, una forza ed un'esperienza simili un arrampicatore riesce a fare il movimento e l'altro no?

Il lavoro potenziale di V.axess non è limitato che dall'immaginazione...

 


Interno de V.axess. Foto: Justin Roth

Puoi riassumere in poche parole la tua missione e quella di V.axess?

Oggi, il nostro obiettivo è di aumentare la capacità e il livello di comunicazione della rete di distribuzione di Petzl nel mondo per sostenere direttamente gli utilizzatori delle soluzioni Petzl. Per raggiungere questo scopo occorre migliorare l'organizzazione della formazione, cominciando da Petzl e continuando attraverso un programma che coinvolga l'intera rete di distribuzione internazionale per arrivare agli utilizzatori finali attraverso i centri locali di formazione.

La mia missione è di guidare V.axess man mano che ci avviciniamo a questi obiettivi:

  • Prima di tutto vogliamo che le persone comprendano le soluzioni Petzl in maniera ottimale e che riescano ad utilizzarle per raggiungere i loro obiettivi e realizzare i loro desideri, nello sport come nel lavoro.
  • Successivamente, vogliamo che le persone utilizzino le soluzioni Petzl in maniera responsabile e al loro massimo potenziale. Non è possibile farlo senza una giusta informazione e formazione. V.axess è la piattaforma di lavoro di cui abbiamo bisogno.
  • Il terzo obiettivo è di offrire, quando il caso lo richiede, una certificazione più formale agli utilizzatori delle soluzioni Petzl. Per questa certificazione, contiamo di farci supportare dalla nostra rete di distribuzione, sviluppata e certificata da V.axess, Petzl Institute.

 

Le foto di V.Axess

Foto © Arnaud Childéric - Studio Kalice.