Pangaea : learn, act, explore

Dal mese di ottobre 2008, Mike Horn viaggia per il mondo sulla sua barca a vela in alluminio, Pangea. Egli ha portato con sé giovani di tutte le nazionalità per aiutarli a scoprire la bellezza e la fragilità del nostro ambiente naturale.

Petzl è partner del Progetto Pangea.

 

Una spedizione per esplorare la natura

Il Progetto Pangea è una spedizione di 4 anni su tutti gli oceani e continenti. La spedizione è guidata dall'esploratore Mike Horn, che porta con sé gruppi di adolescenti ribattezzati Giovani Esploratori.

L'obiettivo è mostrare a questi giovani i luoghi più belli del mondo, per far loro scoprire la fragilità degli ecosistemi e l'impatto delle attività umane sull'ambiente. Il viaggio di ciascun gruppo di giovani esploratori è un'occasione per apprendere come trovare soluzioni a un problema ambientale, per attuare misure di protezione, di pulizia e raccolta di dati e informazioni per la ricerca scientifica.

Il campo base della "spedizione permanente" Pangea è la barca in alluminio, progettata e realizzata apposta per questo progetto.

Con il progetto Pangea, Mike Horn spera di formare futuri ambasciatori del pianeta: "Faremo questo viaggio insieme, spinti dalla passione e da un obiettivo comune. Penso che dobbiamo cominciare ad adottare misure concrete per garantire che il nostro pianeta sia rispettato dalle generazioni future ". Mike Horn

 

Il programma di reclutamento per Giovani Esploratori

"Giovani Esploratori" è il nome dato ai giovani che si uniscono a Mike Horn durante le varie fasi della spedizione Pangea. Sono giovani tra i 13 e i 20 anni, e vengono selezionati in prima istanza dai loro cv, poi, in seconda battuta, durante un periodo di 10 giorni con la squadra di Mike Horn, a Chateau d'Oex in Svizzera.

La selezione è basata su diversi criteri: capacità fisiche, attitudine alla socialità, capacità di comunicare all'interno del gruppo, capacità di portare a termine un progetto, spirito d'iniziativa.

Dall'inizio del progetto di Mike Horn, sei gruppi hanno già partecipato alle spedizioni:

  • Antartide (novembre 2008)
  • Nuova Zelanda (maggio 2009)
  • Malaysia (ottobre 2009)
  • India (gennaio 2010)
  • Pakistan (giugno 2010)
     

 

Il compito degli ambasciatori del pianeta, dopo il rientro

Durante ogni spedizione, esperti di fauna e flora ed educatori si uniscono al gruppo per condividere la loro conoscenza con i giovani.

Al loro ritorno, i "Giovani Esploratori" condividono con la loro comunità ciò che hanno appreso dei problemi che oggi il mondo deve risolvere, e affrontano la tematica delle possibili soluzioni attuabili.

Nel medio e lungo termine, grazie al progetto Pangea, i nuovi ambasciatori del Pianeta realizzano diverse azioni concrete.

  Tutti i progetti sul sito Pangaea

 

Tutte le spedizioni Pangea

 

2010

- Luglio: selezione di Giovani Esploratori per la spedizione in Cina.
- Agosto: spedizione in Cina.
- Ottobre: selezione di Giovani per il Kamchatka.
- Dicembre: spedizione in Kamchatka.

2011

Sono previste tre spedizioni:
- Polo Nord
- Cambridge Bay
- Vancouver

2012

- Amazzonia
- Patagonia cilena
- Kenya.

 

Mike Horn, leader di spedizione

 

Mike Horn è un esploratore. Si è fatto conoscere nel 1997 per la sua discesa in hydrospeed del
Rio delle Amazzoni
(Sud America). In seguito è stato il progetto Latitudine Zero, compiuto tra
giugno 1999 e ottobre 2000, che ha stabilito la sua fama di avventuriero peer-off.

Solo, e senza allontanarsi più di 100 km dalla linea dell'equatore, Mike Horn ha:

- attraversato l'Atlantico a vela
- realizzato la prima attraversata della foresta pluviale amazzonica a piedi
- attraversato l'Oceano Pacifico e Indiano a vela
- attraversato l'Africa a piedi e in bicicletta

 

 

Un'avventura di 15 mesi, 40.000 chilometri percorsi, che lo ha reso uno dei più esperti esploratori del nostro tempo.

Mike Horn, ha poi intrapreso nel 2002 il giro del circolo polare artico a piedi, sci, kayak e bicicletta. Questa spedizione, Arktos, è durata due anni e tre mesi.

Nel 2006, lui e Borge Ousland, sono i primi uomini ad avventurarsi nel Polo Nord nel buio inverno polare. Per questa impresa hanno viaggiato 1.000 miglia sul ghiaccio nella notte polare..

Con tutte queste esperienze alle spalle, e messo in allerta dalle minacce ambientali che affliggono il pianeta e gli ecosistemi, Mike Horn ha deciso di dare la possibilità a molti giovani volontari di scoprire le meraviglie della natura di cui ha goduto durante i suoi viaggi. Quindi, ad ottobre 2008, ha lanciato il progetto Pangea.

 

Petzl collabora con Pangea

Petzl è partner tecnico del progetto Pangea.

In quanto tale, Petzl fornisce le attrezzature necessarie per l'intero team, mettendo tutti nella condizione di operare in totale sicurezza nei diversi ambienti incontrati: in montagna, nei canyon, ecc.

Per ogni spedizione, Petzl mette a disposizione anche una guida alpina per garantire la sicurezza del gruppo negli ambienti più pericolosi.

 

Erwan Le Lann "referente Pangaea" di Petzl

 

Erwan Le Lann è doppiamente coinvolto nel progetto Pangea.

Come manager di Petzl, gestisce i rapporti con la squadra di Mike Horn e l'immagine di Petzl e
come guida alpina, garantisce la sicurezza del gruppo di Giovani Esploratori.

 

 

Erwan, perché hai scelto questa partnership con Pangea?
« Petzl è partner di Mike fin dai suoi exploit come esploratore. Quando Mike ha deciso di rivolgersi
ai giovani per condividere le esperienze con loro, Petzl ha aderito con entusiasmo.

Durante questi 4 anni di spedizioni, i giovani si sono ritrovati in ambienti "ostili", di tutti i
tipi e in tutto il pianeta. Petzl produce strumenti per aiutare la gente a vivere in questi tipi
di ambiente, sia sui ghiacciai dell'Antartide, in alta montagna nel Karakorum, nelle grotte del
Borneo o nella foresta della Nuova Zelanda. »

Durante le spedizioni, sei a stretto contatto con i giovani. Qual è il tuo ruolo?
« Rappresento un'ulteriore garanzia della sicurezza del gruppo e il mio ruolo è quello di aiutare
i giovani ad imparare quali tecniche di sicurezza adottare nelle diverse situazioni, grazie alla
mia esperienza acquisita durante i miei viaggi. »

Come descriveresti Mike Horn?
« Mike Horn è una locomotiva che corre più veloce del limite di velocità. Egli è un uomo che
agisce e che non perde tempo in chiacchiere.

Per lavorare con lui, dobbiamo imparare che non è uno che parla molto. Si sente le cose, e prende le sue decisioni senza realmente spiegare, ma
tutto ciò che fa e pensa va sempre in una sola direzione: l'obiettivo che ha fissato »

Qual è la vostra opinione personale su Pangea?
« Come guida di montagna per oltre dieci anni ho personalmente speso un sacco di tempo nella natura. Ora sono convinto che la nostra mancanza di collegamento con la natura sia la causa dei troppi abusi ambientali delle nostre società.

Il progetto Pangea è una delle più belle azioni in campo ambientale di cui io sono a conoscenza, nel senso che con il nostro lavoro sensibilizziamo direttamente i futuri adulti che ci aiuteranno nel nostro mondo di domani. »

 

Per maggiori informazioni:

- visita il sito di Mike Horn
- visita il sito di Pangaea