I requisiti Petzl

 

Per garantire ad ogni prodotto un eccellente livello di performance e di qualità, tutte le lampade frontali Petzl subiscono, nel corso del loro sviluppo, varie simulazioni meccaniche, elettriche ed ottiche. Questi test sono effettuati sulla base di protocolli rigorosi, il cui livello di requisito supera sensibilmente quello delle prove imposte dalle norme. Questa procedura particolarmente severa consente di controllare ogni soluzione tecnica attuata e di verificare l'idoneità di ogni prodotto.
Oltre ai test di laboratorio, i primi prototipi subiscono numerose prove sul campo per convalidare, in condizioni reali, l'ergonomia, il comfort di utilizzo ed anche la completa affidabilità della lampada nel tempo.

È soltanto dopo vari mesi di sviluppo e test che il prodotto sarà definitivamente approvato.

 

Le condizioni di test

I test di misura delle prestazioni d'illuminazione e delle resistenze meccaniche sono realizzati in laboratorio. Queste prove sono effettuate, in un primo tempo, ad una temperatura ambiente di 20 °C e successivamente a temperature estreme di -30 °C e +60 °C.

Le prestazioni d'illuminazione

Subito dopo l'accensione, le prestazioni d'illuminazione del prodotto diminuiscono in maniera sistematica. La tecnologia di regolazione consente poi di stabilizzare queste prestazioni per una determinata durata. Per fornire all'utilizzatore dati conformi alla realtà, Petzl comunica esclusivamente su questi valori stabilizzati detti «di lavoro utile». Petzl misura il flusso luminoso, la distanza d'illuminazione e l'autonomia.

 

Il flusso luminoso

La potenza d'illuminazione, o flusso luminoso, indica la quantità totale di luce emessa da una lampada in ogni direzione. Il flusso luminoso è espresso in lumen (lm). Questo valore è misurato in laboratorio con una sfera integratrice.

Esempi di valore di flusso luminoso:
- candela: 10 lumen,
- PIXA 3: 50 lumen,
- illuminazione domestica: 100 - 200 lumen.
- ULTRA: 350 lumen.

La distanza d'illuminazione

La distanza d'illuminazione misurata secondo il protocollo Petzl, corrisponde alla distanza su cui la lampada frontale produce un'illuminazione superiore o uguale a 0,25 lux.
 

L'autonomia

La misura dell'autonomia si effettua su un banco di prova dotato di un luxmetro. Questo dispositivo permette di misurare l'illuminazione rilasciata dalla lampada frontale.
L'autonomia prevista corrisponde all'illuminazione utile, vale a dire alla durata durante la quale l'illuminazione rimane stabile. Al di là di questo periodo di tempo, l'utilizzatore dispone di
un' «illuminazione di riserva» che garantisce almeno 0,25 lux (per una durata variabile in base al modello).
NB: la soglia di 0,25 lux si misura ad una distanza di 2 metri (questo livello d'illuminazione minima corrisponde ad una notte di luna piena).
Fare riferimento anche alla parte «L'illuminazione costante».

 

 

Le prestazioni meccaniche

 

La resistenza

La resistenza meccanica delle lampade è verificata realizzando test di caduta, urto e schiacciamento. Queste prove sono realizzate a due riprese sulle parti più fragili dei sei lati di ogni prodotto: vetri, pulsante girevole, ecc.

Comportano:

  • test di caduta: le lampade effettuano una caduta da 10 m, 5 m, 2 m e poi 1 m,
  • test di urto: prova effettuata con un peso di 500 g lasciato cadere da 40 cm di altezza,
  • un test di schiacciamento: una massa di 80 kg passa sopra la lampada.

 

  

L'affidabilità

I test funzionali consentono di controllare la resistenza meccanica delle parti mobili di ogni prodotto. Ogni funzione è anche sollecitata con un banco di prova automatico, per assicurarsi del corretto funzionamento e della loro affidabilità nel tempo:

  • pulsante selettore,
  • supporto,
  • portapile, ecc.

Un ulteriore test viene effettuato sottoponendo la lampada a forti vibrazioni.

 

Il test individuale

Prima dell'uscita dalle catene d'assemblaggio, tutte le lampade frontali Petzl sono controllate individualmente. Queste operazioni comprendono un test di misurazione delle prestazioni d'illuminazione, effettuato mediante una fotocamera digitale specifica, ed anche un test di impermeabilità.

Tutti i prodotti che non soddisfano questi test sono ritirati definitivamente dal flusso di produzione, prima di essere sottoposti alla competenza dell'ufficio studi Petzl. Un'analisi approfondita viene effettuata per attuare soluzioni tecniche correttive.
 

 

I Led Petzl

I Led utilizzati da Petzl rispondono ad un preciso capitolato di appalto, stabilito dall'ufficio studi. Questi stessi Led sono poi testati prima dell'assemblaggio delle lampade (per campionamento), per verificare il colore dell'illuminazione, il consumo elettrico, il flusso ed il rendimento luminoso.