USA

Lynn Hill

Lynn Hill - photo © Stephan Denys
  • 3 Gennaio 1961
  • Boulder, Colorado (USA)
  • brevetto superiore di biologia all'università New Paltz (New York) e studi di psicoterapia
  • ambasciatrice per i marchi Patagonia, Petzl e Béal
  • 1989

Una passione
«La mia attività principale è l'arrampicata in falesia e su boulder, ma talvolta realizzo vie più lunghe. Adoro arrampicare con i miei amici sulla roccia di buona qualità. La mia roccia preferita è il calcare ben marcato che presenta grandi stalattiti. Ho imparato ad arrampicare a quattordici anni con mio fratello e mia sorella più grande. Non pensavo assolutamente che la mia vita sarebbe stata così bella, poiché allora questo stile di vita non era veramente fattibile! Il mio stile di vita si è evoluto continuando a vivere la mia passione per l’arrampicata e sono molto grata di aver vissuto una vita così intensa fino ad ora. L’arrampicata è la mia terapia! Mi permette di rimanere in buona salute ed essere felice quasi a tutti i livelli di esistenza. E quello che l'arrampicata non mi dà nell'equilibrio della mia esistenza, lo trovo altrove, in altri aspetti della mia vita, con mio figlio, la mia famiglia, i miei amici e attraverso i vari progetti ai quali attualmente lavoro.»

Arrampicare sempre
«Sono spesso considerata come una delle migliori arrampicatrici del mondo. Elencata tra le arrampicatrici americane più conosciute… Fin dall'inizio della mia infanzia, ho iniziato con la ginnastica, la corsa a piedi e naturalmente molta arrampicata nella mia adolescenza. Nel 1978, ero già una delle migliori nella mia categoria praticando un'arrampicata molto vicina ai criteri più severi del tempo negli USA (come posare i blocchetti da incastro, come salire dritti sotto gli strapiombi). Nel 1979, sono stata la prima donna ad arrampicare una via valutata 5.12d. Ho scoperto le gare di arrampicata durante una visita in Francia nel 1986. Sono arrivata rapidamente ai vertici del circuito e ho vinto più di trenta gare internazionali, tra cui cinque volte il Rock Master d’Arco in Italia. E da allora cerco di essere sempre la stessa. Aneddoto: sono stata invitata alla Casa Bianca e spesso dalla televisione americana per testimoniare la mia esperienza… Dato che compio cinquanta anni nel 2011, vorrei festeggiare il mio compleanno con più arrampicata. Vorrei trovare il giusto equilibrio tra una brava madre e una brava persona. Perché non festeggiare impegnandomi di più nell'attività che amo da trentacinque anni!»
 
 
Obiettivi ?

«Naturalmente ho degli obiettivi! Lavoro sempre su progetti che coinvolgono l'insegnamento, il parlare in pubblico, la scrittura o vari media come la fotografia, il video o le interviste radio. Vorrei condividere la mia passione e le mie varie esperienze con tutti coloro che sono interessati, in particolare i giovani che hanno così tanto da imparare dalla vita! Da tre anni, lavoro su un video di tecniche d'arrampicata, che integra elementi culturali, storici e aneddoti psicologici che hanno influenzato la mia evoluzione di arrampicatrice in questi ultimi trentacinque anni.»
 
 
Le mie aspirazioni
- «Voglio condividere il mio tempo tra arrampicata, corsa, sci, viaggi nei luoghi più belli del mondo e mio figlio Owen.»
- «Nei prossimi anni, vorrei creare una società che progetta e costruisce strutture di arrampicata per i campi da gioco e i parchi. Penso che questo potrebbe riunire le comunità e le persone di tutte le età in modo utile e divertente.»
- «Mi piace testimoniare, impegnarmi, mettermi in discussione nella vita e infine raccogliere anche delle sfide.»
- «Non mi piace vedere le persone che soffrono.»
- «Non mi piace vedere il pianeta che si degrada e come questo influisce su tutte le forme di vita sulla terra.»
- «La cosa più difficile per me è mantenere un sano equilibrio in un mondo frenetico.»
- «Se non fossi arrampicatrice, sarei surfista su una magnifica isola con acqua trasparente.»
- «Ho voglia di frutta fresca, pesce non inquinato, vorrei avere un bel giardino circondato da una comunità sensibile e da immense falesie di calcare, situate su una delle vicine colline dell'isola.»
- «Ho voglia di buon cibo.»
- «Ho voglia di magnifiche giornate da trascorrere arrampicando in un posto incredibile insieme ai miei amici, alle nostre risate e a tutto il comfort materiale che amo!»

picto plus Risultati importanti

Gare
- Prima nella coppa del mondo difficoltà di arrampicata sportiva 1990.
- Prima nella gara «Rock Master» d’Arco (Italia), difficoltà di arrampicata negli anni 1987, 1988, 1989, 1990 e 1992.
- Prima nei Masters di Bercy a Parigi, difficoltà di arrampicata nel 1988, 1989 e 1990.
- Ha ricevuto il Premio Underhill consegnato da «American Alpine Club», 1984.
- Prima nella competizione «Survival of the Fittest» programmata nella trasmissione « Sports World» di NBC nel 1980, 1981, 1982 e 1983.
- Terzo posto ai Campionati dello Stato della California nella corsa a piedi nei 1500 metri e quarto posto nei 3000 metri, 1982.
 
Pareti:
Prime ascensioni in libera
- Telluride (Colorado USA) «Ophir Broke» (5.12d) 1979.
- Independence Pass (Colorado) «Pea Brain» (5.12d) 1979.
- Taquitz Rock (California) «Stairway to Heaven» (5.12) 1979.
- Granite Mountain (AZ) «Coatamundi White-out» (5.12) 1980.
- Red Rocks (Nevada) «Levitation 29» (5.11) 1981.
- Joshua Tree (California) «Hidden Arch» (5.12a) 1981.
- Joshua Tree (California) «Blue Nubian» (5.11) 1982.
- Shawangunks (New York) «Vandals» (5.13a) 1984.
- Shawangunks (New York) «Yellow Crack Direct» (5.12c) 1984.
- Shawangunks (New York) «Organic Iron» (5.12c) 1985.
- New Hampshire «Tourist Treat» (5.12c) 1985.
- Shawangunks (New York) «Tweazle Roof» (5.12d) «Girls Just Want to Have Fun» (5.12x) 1987.
- West Virginia «The Greatest Show on Earth» (5.12d) 1988.
- Shawangunks (New York) «Running Man» (5.13d) 1989.
- Cimaï (Francia) «Masse Critique» 1990, il primo 5.14a realizzato da una donna.
- Frankenjura (Germania) «Simon» 1992, prima donna a salire a vista una via valutata 5.13b.
- El Capitan (Yosemite Valley California) “The Nose” 1994, prima ascensione in libera in 23 ore, con un tiro da 5.13c e un altro da 5.14a.
- Gole del Verdon (Francia) «Mingus « (a vista / 12 tiri da 5.13a) 1994.
 
Prime ascensioni:
- Kirghizistan, versante ovest di 1220 m di una parete di 4810 m (5.12) 1995.
- Kirghizistan «Perestroïka Crack» parete di 3550 m del Peak 4240 m (5.12) 1995, con Greg Child.
- Baie d’Along (Vietnam) sette vie sulle torri di calcare, 1996.
- Gole del Todra (Marocco) «Tête de Chou» (5.13b) 1997.
- Yosemite (California) «Midnight Lightening» 1998, prima salita femminile.
- Smith Rocks (Oregon USA) «To Bolt or Not To Be» (5.14a) 1998, prima salita femminile.
- Smith Rocks (Oregon USA) «Scarface» (5.14a) 1999, prima salita femminile.
- Massiccio del Tsaranoro (Madagascar) «Bravo les Filles» (610 m / tredici tiri valutati 5.13d/A0, 5.12c obbligatorio) 1999.
- Camp 4 (Yosemite California) boulder «Midnight Lightning» 1999.
- Rifle (Colorado) «Sprayathon» (5.13c) 2004, prima salita femminile.
- Vinales (Cuba) “Viva la Liberdad” (5.12b) 2004.

picto rss Altre informazioni

Libri
- «Climbing Free: My Life in the Vertical World» edizioni W.W. Norton, 2000
- «Ma vie à la verticale» edizioni Guérin, 2002

 
Film, video
- Free Climbing the Nose
- Madagascar : A Women’s Ascent
- Vietnam film

 
Sito WEB
www.lynnhillclimbing.com
Suivez moi sur Facebook

picto photo Photos

picto video Videos

Video playlist featuring Lynn Hill :

Lynn Hill at Zillertal - photo © Reini Fichtinger

picto featured Lynn e il Team Petzl

«Faccio parte del Team Petzl dal 1989. Credo nei valori e nei prodotti della società Petzl. Mi piace partecipare al Roc Trip annuale poiché è una vera e propria festa dell'arrampicata dove ritrovo amici provenienti da tutto il mondo. Abbiamo l'opportunità di scoprire nuovi siti di arrampicata, incontrare nuove persone e condividere la nostra passione dell'arrampicata con gli altri. È anche l'occasione per dare il mio feedback sull'attrezzatura in modo che il materiale sia in continua evoluzione con le nuove esigenze.»