Melloblocco - 1° giorno

Melloblocco Twenty - Ten (2010)
Parla inglese, e non solo, questa settima edizione del Melloblocco partita giovedì 6 maggio in Val Masino. Tantissimi i partecipanti da molti paesi, al punto che girando fra i blocchi di gara per osservare i nuovi passaggi proposti quest'anno dagli organizzatori capita di sentire parlare molte lingue: inglese, spagnolo, francese, tedesco, polacco... una babele numerosa e appassionata, tanto da non farsi scoraggiare da un inizio con condizioni meteo non proprio propizie. All'ora di pranzo di venerdì 7 i partecipanti che hanno effettuato l'iscrizione e ritirato il pacco gara sono già ben più di mille. Pronostici in buona parte rispettati che confermano quanto questo evento sia ormai un punto fermo della stagione di arrampicata internazionale e una cartina al tornasole, utile anche agli sponsor, per individuare umori e sentimenti del popolo dell'arrampicata. 
 

Adam Ondra è ancora una volta il protagonista della scena: dopo poche ore ha già salito due dei blocchi in gara. Tra gli altri big impegnati sui sassi scelti dai tracciatori si incontrano Lavarda, Favresse, Moroni e Roth mentre la giornata scorre nella piacevolezza di girare tra i boschi più vocati al boulder che l'Italia possa vantare, la vera ragione per cui il Melloblocco continua a richiamare ogni anno sempre più partecipanti. Non è questa la sede per riflettere sui numeri in crescita che l'arrampicata sta raggiungendo, quanto piuttosto l'occasione per notare il confermato taglio “green” del raduno (navette per avvicinarsi ai blocchi di gara, poche auto, boschi puliti e molto rispetto generale per l'ambiente...) che quest'anno offre anche ai teen agers molte possibilità di provare alcuni bei passaggi di boulder, come quello di Albero delle lucciole, sopra il mitico sasso Remenno.  

A mezzanotte inizia la festa in programma con dj Lafouche, Saïd e i SAGAGNASS SOUND SYSTEM.
Presto nuovi aggiornamenti sul Melloblocco 2010.

Per saperne di più: