Il North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc® (UTMB®) si è svolto tra il 27 agosto e il 2 settembre intorno al monte Bianco. Questa festa internazionale del Trail ha radunato, come da previsioni, numerosi atleti, spettatori e volontari con in comune la medesima passione. 73 nazioni rappresentate, più di 6.000 corridori e 2.000 volontari hanno affrontato le quattro corse dell'UTMB® 2012, caratterizzato da condizioni meteo difficili.

Il successo, le prestazioni, la forza delle emozioni e le difficoltà sono state condivise da tutto il mondo grazie alla WebTV che ha trasmesso in diretta l'UTMB®. Così il pubblico ha potuto vivere quest'esperienza anche da casa. Il GPS ha permesso agli spettatori di seguire ogni corridore passo per passo.

Spectateurs devant le podium de l'UTMB

 

5Condizioni invernali, percorsi riadattati

Se il tempo è stato clemente all'inizio della manifestazione, da mercoledì è cambiato e così tre percorsi delle quattro gare sono stati modificati. Le condizioni si sono fatte difficili a causa della pioggia battente, della neve e del vento freddo. L'organizzazione ha informato gli atleti di equipaggiarsi dell'attrezzatura adeguata e necessaria per affrontare le difficili condizioni meteo e ha esortato i partecipanti alla massima attenzione. L'occasione ha ricordato a tutti, organizzatori e atleti, che è la montagna a dettare le condizioni e non il contrario!

Photo de la course de  l'UTMB 2012 de nuit

Le difficili condizioni, però, non sembrano preoccupare tutti i partecipanti. In effetti, alcuni atleti hanno indicato la propria preferenza a correre al freddo e sotto la pioggia, come Agnès Hervé, la prima donna a tagliare il traguardo della TDSTM - Tracce dei Duchi di Savoia - (19 ore e 7 minuti). Lo stesso vale per Dawa Sherpa, membro del Team Petzl e vincitore della TDSTM. Lui gareggia sempre per divertirsi e sembra aver apprezzato il percorso. Per altri, invece, è stato molto difficile arrivare al traguardo se non impossibile: il 57% dei partecipanti ha infatti abbandonato la TDSTM.

Anche il percorso della CCC® - Courmayeur-Champex-Chamonix - è stato modificato, sono state eliminate dalla gara le cime della Tête de la tronche e della Tête aux Vents. Infatti le condizioni sopra i 2000 metri erano da pieno inverno. Tofol CASTANER BERNAT (ES), che ha vinto la CCC® di 86km in 8 ore e 57 minuti, ha avuto un arrivo memorabile che difficilmente dimenticherà, esattamente tre minuti prima dell'inizio della gara dell'UTMB®. "Il mio arrivo con tutti gli spettatori e gli atleti pronti per la partenza dell'UTMB resterà un momento indimenticabile!!!"

Sulla PTLTM - la Petite Trotte à Léon - il tasso di abbandono è molto basso (27%). Il percorso è stato impegnativo soprattutto nel passo attraverso il Buet e il Catonne sopra Champex. Cinque squadre sono state in grado di eseguire l'intero percorso come previsto inizialmente, le altre invece sono state reindirizzate al passo della Seigne, dove i partecipanti si sono ritrovati con la neve fino alle ginocchia a parte, per fortuna, i tratti già battuti dal passaggio delle mucche...!

Infine anche l'UTMB® non è sfuggito al cambio di percorso. Era impossibile pensare di correre tra i passi di alta montagna. La gara è, infatti, rimasta in Francia, dopo aver raggiunto les Contamines si è ritornati lungo la riva destra della Valle di Chamonix. A seguito di tali inevitabili modifiche, solo 20 atleti hanno deciso di non partecipare. Quindi 2482 partecipanti sono partiti da Chamonix il 31 agosto alle ore 19 per un'avventura di 103 Km, incoraggiati da una gran folla di sostenitori e appassionati entusiasti. Degna di nota la volontà di Sebastien Chaigneau, membro del Team Petzl: malgrado il complicato intervento chirurgico subito al ginocchio tre settimane prima, ha iniziato la gara con convinzione ammirevole. Nonostante una brutta caduta subito dopo la partenza, è rimasto tra i primi sei per tutto il tempo fino a quando, poco prima dell'arrivo, non ha dovuto fermarsi per un problema agli occhi. 
 

 
 

5Com'è andata la corsa dalla partenza fino al podio UTMB®?

  • Tra le donne

    Emma ROCA (ES), terza classificata in 13 ore 23 minuti (foto a fianco)
    Emma arriva dalle corse avventura e ha trovato la gara "più dura del previsto", ma ha aggiunto che "si tratta di una gara fantastica". Per andare avanti si è concentrata sulla progressione e questo l'ha aiutata molto. La sua unica difficoltà è stata quella di riuscire a conoscere la sua posizione tra le donne, perchè di notte non capiva chi superava.

    Francesca CANEPA (IT),  seconda classificata in 13 ore e 17 minuti
    La strategia di Francesca si è basata sull'attenzione al ritmo perchè non ama partire veloce. La sua unica brutta avventura è stata quella di calcolare male i tempi del percorso tra due rifornimenti, tra les Houches e Argentière. Francesca ha quasi abbandonato la gara a Argentière ma alla fine è riuscita a radunare le forze per arrivare alla fine.

    Elisabeth HAWKER (UK): prima classificata in 12 ore e 32 minuti 
    Elisabeth è un'atleta fuoriclasse ed è sempre stata tra le prime 25 dela corsa. Questa è la quinta vittoria dell'UTMB©. Durante la gara è sempre stata costante, avanzando passo dopo passo nella notte e condividendo le emozioni con la gente intorno, nonostante non fosse al top della forma a causa di alcuni piccoli infortuni accusati durante l'anno.

 

  • François d'Haene arrive premier à l'UTMBTra gli uomini:

    Michael FOOTE (US), terzo classificato in 11 ore e 19 minuti
    Per lui è stata una nuova esperienza perchè non aveva mai corso per 100 Km. Michael ha fatto un recupero impressionante dalla quindicesima fino alla terza posizione. Il suo margine di progressione, su cui lavorare per le corse future: le salite.

    Jonas BUUD (SE), secondo classificato in 11 ore e 3 minuti
    "Mi ero preparato per questo percorso che è rimasto pressapoco il medesimo. Dunque non ho avuto sorprese senonché alla fine è stato più corto e veloce del previsto." Jonas ha tentato di superare all'inizio François d'Haene ma il suo distacco è cresciuto nella corsa, soprattutto in salita.

    François d'HAENE (FR), primo classificato in 10 ore e 32 minuti (foto a fianco)
    Nonostante la corsa sia stata modificata, François ha deciso di partecipare e dare tutto. François è stato in prima posizione da les Contamines fino alla fine. Esce primo dal rifornimento e si butta da solo sulla salita prendendo molto vantaggio nel giro di ritorno a les Contamines. Nella sua testa: "è la giornata giusta, ho tutto da guadagnare e nulla da perdere".

 

 

 

5Per capire meglio l'UTMB®: le spiegazioni di Vincent Delebarre, consigliere tecnico dell'evento.

" E' un evento internazionale e quindi il livello è molto alto. Ogni gara ha una propria identità, sportivamente parlando, e ognuna richiede un impegno importante. Ogni corsa è una sfida che può far sognare. Così ogni corridore sceglie la sua: UTMB®, TDSTM o CCC®. In sintesi...

  • TDSTM: la corsa selvaggia e tecnica, una gara di alto livello.
  • CCC®: una corsa veloce, adatta all'élite che corre forte ma che allo stesso tempo è alla prima esperienza.
  • UTMB®: malgrado i cambiamenti è una vera corsa, con quasi tutto il mondo sulla linea di partenza. Dura per tutti, UTMB®!

Per questa edizione 2012, la montagna ha deciso ancora una volta su tutti. Tutti si sono dovuti adattare: l'organizzazione, i corridori... E' lo spirito dell'UTMB®. Da non dimenticare la presenza di molte nazioni, che ha dato all'evento l'aspetto di un campionato del mondo di trail… "

 

Podium UTMB 2012

 

5Petzl e l'UTMB, ecco cosa è stato...

  • Uno stand alla fiera dell'UTMB per presentarsi,
  • alcuni punti assistenza ai corridori per tutti i problemi alle lampade e alle pile,
  • la corsa in diretta su internet...
  • e migliaia di corridori che hanno potuto attraversare la notte grazie alle nostre lampade (tra cui delle NAO!).

 

+Per maggiori informazioni:

Il sito ufficiale dell'UTMB  
VIDEO - i consigli di Kilian Jornet, Seb Chaigneau e Fernanda Maciel per correre di notte  
- la lampada frontale NAO
- Altre news Petzl sull'UTMB :
Trail running: sei pronto per l'UTMB®? [31/07/12]
Trail running: Dawa Sherpa vince la TDS all'UTMB© 2012 [31/08/12]
Intervista UTMB® 2012: Maud Gobert, terza tra le donne, raconta la CCC® [01/09/12]