News - Petzl Il lavoro su fune, un mestiere di passione
Community News Il lavoro su fune, un mestiere di passione

Il lavoro su fune, un mestiere di passione

I cordisti sono esperti dell’altezza, veri professionisti del vuoto, degli accessi difficili e degli spazi confinati. Devono conoscere perfettamente le tecniche di accesso e spostamento su corda. In Francia esistono diversi corsi per raggiungere il CQP (Certificato di Qualifica Professionale di operatore su fune). I cordisti di tutto il mondo contribuiscono all’elaborazione di tecniche innovative di progressione e di protezione anticaduta. Le loro conoscenze (formazione, istruzione, esperienza) sarebbero inutili senza reali competenze nei mestieri tradizionali (muratura, idraulica, saldatura, verniciatura, vetri..)

14 Giugno 2013

Accesso su fune e spazi confinati

job rope access job rope accessjob rope access

 
 

Intervista a François Ranise, direttore e creatore di PROFIL, azienda di lavori in quota a Marsiglia (Francia)

job rope access

"Cordista da qualche anno, ho creato PROFIL nel 1993, con l'intenzione di lavorare con un paio di persone al massimo. L'evoluzione del mercato mi ha portato a sviluppare il business e a costruire una strategia d’azienda. 
Inizialmente specializzati nella costruzione urbana, ci siamo poi aperti al settore dell’industria con i requisiti della certificazione MASE. L'industria è un ambiente in cui le situazioni di lavoro su fune sono numerose e complesse. La risposta deve essere veloce, efficiente e sicura. Ad esempio, nel 1997 abbiamo dovuto rispondere alla richiesta di un cliente, che doveva pulire accumuli di scorie di calce all'interno di una caldaia alta 90 m. Abbiamo mobilitato tutti i dipendenti della società, suddividendoli in turni diurni e notturni, e acquistato nuove attrezzature come le maschere protettive ventilate per tutti gli operatori. In questi momenti in cui sicurezza ed efficienza diventano le parole d'ordine, si costruisce la coesione  e l'identità dell’azienda. Le diverse squadre lavorano insieme e le competenze vengono condivise. Oggi gestiamo cantieri ad alta intensità, come la recente ristrutturazione di una fiaccola alta 145m a Martigues. Per l’azienda ha rappresentato un arresto della produzione di tre settimane, e per noi più di 2000 ore di lavoro (riparazione vernice epossidica, riparazione ponti, sostituzione tubature,  controllo delle saldature).
Ci siamo sviluppati anche su cantieri di grandi dimensioni, come ad esempio la ristrutturazione di un edificio popolare (10.000 metri lineari di cemento in 18 mesi) o la costruzione di un ponte in metallo di 13 tonnellate al fondo delle gole del Verdon (Provenza, Francia)".

 

La scelta del lavoro su corda?

job rope access

"Di fronte a un’offerta di lavoro, la scelta della corda come mezzo di accesso viene determinata dopo un’attenta analisi dei rischi, che permette di scegliere i mezzi di accesso più sicuri. Un progetto di cantiere passa successivamente attraverso una trasposizione di compiti in modo verticale, un’organizzazione delle fasi e dei ruoli di ciascuno, una gestione dei problemi specifici come l'utilizzo degli attrezzi  in sicurezza. 
Ad oggi, in PROFIL, oltre 50 cordisti divisi in squadre intervengono in cantieri, industria, edilizia urbana e disgaggi, a seconda delle loro specialità."

 

 

Formazione e spirito di squadra

"Ogni cordista è in primo luogo responsabile della propria sicurezza, ma deve considerare anche quella altrui. Dal 1996 formiamo i nostri operatori con il certificato CQP. Nel 2008, abbiamo scelto, in conformità alla certificazione Qualibat 1452 Lavori su fune, di avere nei nostri cantieri solo cordisti titolari del CQP (o CATC). Oltre al rispetto del requisito della certificazione, c’è la garanzia di un riferimento di sicurezza comune sulle corde. E' una vera e propria scelta di gestione che permette alla società di andare avanti, di adattarsi alla domanda del mercato e di offrire nuovi servizi, ma anche a ciascuno di progredire nelle competenze".

 

Oltre al mestriere, l'orgoglio!

Antoine Quidoz - HYDROKARST Champion de France Cordiste 2013Yohann Garcia - PROFIL  Champion de France Cordiste 2012Championnat de France des Cordistes 2013

Un team di PROFIL partecipa ai campionati francesi dei cordisti. L’evento è vissuto come un momento d’incontro tra colleghi, ma anche come una vera sfida. Quando nel 2012 Yohann Garcia è diventato campione di Francia, arrivarono molti cordisti da Marsiglia, sia concorrenti che sostenitori.  Al di là dei partecipanti, tutti gli operatori seguono i risultati con interesse.

 

Ritratto di Saïd El Haddaoui, cordista

Said El Haddaoui

Saïd è stato il primo dipendente di PROFIL. Ha iniziato a lavorare nel settore 17 anni fa. Prepara i materiali e gli strumenti, il suo senso di organizzazione e del controllo ha aiutato PROFIL nel suo sviluppo. Supporta la gestione del deposito dell’azienda, la preparazione e il monitoraggio delle attrezzature, l'acquisto di forniture per i progetti e l'organizzazione. Ma il suo desiderio di lavorare all’esterno è più forte di qualsiasi cosa. Per provare le manovre su corda, inizia ad iscriversi a un club di speleologia e pratica questa attività tutti i fine settimana. Dopo poco, la sua capacità di muoversi sulle corde migliora e può iniziare la formazione CQP. Dopo aver ottenuto il diploma, si è unito al gruppo dei suoi colleghi cordisti. Ora ha un incarico di capo cantiere nei lavori urbani. Un uomo felice che ama lavorare all’aria aperta, possibilmente di fronte al mare.

"Il suo desiderio di lavorare all’esterno è più forte di qualsiasi cosa!"

 
 

Intervista a Sandrine Baudoin, una delle poche donne cordiste in Francia

Sandrine Baudoin, PROFIL © Lafouche

"La regola è quella di non lasciare nulla al caso"

"Lavoro da tre anni come operatrice su fune in PROFIL. Fin dalla mia infanzia, mi è sempre piaciuto essere sospesa nel vuoto. Le mie passioni giovanili erano l’arrampicata, il trekking e la musica. Dopo gli studi ambientali, il mio obiettivo di vita è stato quello di lavorare all’aria aperta, e non in ufficio seduta dietro un computer con una dozzina di colleghe. E così lavoro con gli uomini, all’aria aperta.. Per me l’idea di lavorare fuori è associata alla ricerca della verità, anche d’inverno. Mi piace il lavoro manuale e l’efficienza che il mio lavoro mi richiede. Mi piace imparare ogni giorno qualcosa di nuovo in edilizia, e nuovi trucchi per il lavoro su corda. Ogni cantiere è diverso. "

 
 

PROFIL - VILLA MEDITERANEE - Région Provence Alpes Côte d'Azur - Marseille - Architecte : BOERI Studio - Milano © Lafouche

 
 

Esempi di cantieri 

Cantiere di protezione – Scuola elementare St Georges di Marsiglia – Aprile 2013

PROFIL © LafouchePROFIL © Lafouche

Posa di rete anticaduta sulla facciata di un condomino con parapetto a rischio di caduta, alto 60 metri e lungo 50 metri. Il cliente è la Syndic. La facciata Sud-Ovest dell’immobile è in cattivo stato. Il cemento è consumato per via della salsedine, alcune piastre si stanno staccando e minacciano di crollare sulla scuola sottostante. In attesa di un rifacimento completo, dobbiamo assolutamente mettere in sicurezza la facciata con una rete anticaduta. Il lavoro consiste nella posa di ancoraggi e cavi, poi da sollevare, per la creazione della rete anticaduta. La comunicazione è difficile con i proprietari perché oltre a pagare hanno la vista dal balcone preclusa dai ponteggi. Per questo lavoro impieghiamo cinque cordisti. Questa mattina solo Said ed Eric sono sul posto, perché il resto del team è partito con urgenza per andare a pulire i vetri della Villa Méditerranée (Marsiglia).

 

 

Cantiere di pulizia - Villa Mediterranée a Marsiglia (Francia), Aprile 2013

PROFIL - VILLA MEDITERANEE - Région Provence Alpes Côte d'Azur - Marseille - Architecte : BOERI Studio - Milano © Lafouche

L’edificio Villa Mediterranée si trova a livello del mare. La sua architettura prevede un’impressionante strapiombo sopra una pozza di acqua marina. Pochi giorni prima dell'inaugurazione, vengono pulite le finestre esterne. Un team di tre cordisti parte per questa missione: Sandrine, Alain e Fred. Di volta in volta, questo tipo di lavoro fa "cambiare aria" ai lavoratori. La pulizia delle finestre è un lavoro particolare, per ottenere il risultato perfetto non c’è una vera e propria tecnica di spugna e spazzola. Per i cordisti lavorare su edifici grandi e di design è una soddisfazione. Una volta sul tetto dell’edificio, Fred affronta le grandi pareti del lato sud della villa, mentre Sandrine e Alain si occupano del lato ovest, direttamente sopra la pozza marina. Sul bordo del tetto, viene utilizzata una linea vita per fissare le corde. Dopo aver pulito tutte le vetrate, bisogna risalire sulla fune, visto che la discesa è impossibile. L’organizzazione degli ancoraggi è il punto chiave per evitare di perdere tempo.

 

 

Per saperne di più

Le petit mémento du cordiste - Sakti CANO & Antoine HEILSiti web :

www.profil-acro.com
www.sfeth.com
www.cqpcordiste.fr
www.syfforha.fr
www.synamap.fr
 

 

 

 

Le petit Memento du cordiste

La vostra e-mail non sarà visibile in rete