Ormai la calma è probabilmente tornata a Piedra Parada. I 1300 climber sono andati via, i venti hanno cancellato le impronte, e nel canyon non c'è più l'eco con il tintinnio degli attrezzi e le grida di "Alléz!" o "Venga!". Cosa rimane dopo il Petzl RocTrip 2012?

 

Naturalmente ci sono i ricordi: l'arrampicata sotto il sole, l'arrampicata all'ombra, la condivisione di storie, l'incontro dei vecchi amici e la conoscenza di nuovi, le gite in autobus, la scoperta di nuove linee, l'esplorazione nel canyon, le albe e i tramonti, il bagno nel fiume, la polvere, l'asado, la cervesa, la musica, la danza, le vie chiuse a vista, i redpoints, i progetti, il sole, i cavalli...

Ed infine ci sono le 250 vie, e un grande potenziale per tracciarne altre centinaia. Stanno aspettando voi. Quindi, se vi siete persi il RocTrip quest'anno, pianificate un viaggio fino a Piedra Parada!

Petzl desidera ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a rendere il RocTrip un successo: Mario Moncada e la sua famiglia, il popolo e i funzionari della Provincia di Chubut, i tracciatori, gli autori della guida, i venditori di cibo, il team di soccorso e l'equipe medica, e, naturalmente, tutti i volontari. E vogliamo dire grazie a tutti i climbers, arrivati da tutto il mondo per condividere la loro passione per l'arrampicata e l'avventura.